Vive per tre mesi con il fratello morto in casa

18.01.2020

Un uomo di 71 anni è stato ritrovato morto venerdì sera nella sua abitazione di Ospedaletto Euganeo (Padova). L’uomo sarebbe stato colpito da infarto ed è caduto al fianco del letto, la data della morte, stando al medico legale, sarebbe da far risalire a circa tre mesi fa.

A dare l’allarme sono stati i servizi sociali del Comune i quali avevano segnalato ai carabinieri di non avere da tre mesi notizie non tanto del morto, che non conoscevano, ma di suo fratello, un uomo di 56 anni affetto da problemi psicologici. I carabinieri sono andati a cercarlo in casa dove hanno fatto la macabra scoperta del fratello convivente, deceduto. Sul posto il nucleo investigativo e il reparto operativo dei carabinieri di Este, che con la collaborazione del medico legale hanno concluso che non ci sarebbero segni di effrazione in casa, e nessun segno di violenza sul corpo del deceduto. Il fratello invece dopo alcune ricerche è stato trovato a Ponso in un maneggio dove presta servizio come volontario.

Ai militari l’uomo, che versa in condizioni di evidente instabilità mentale, ha detto che anche lui non aveva notizie del fratello da tre mesi, nonostante la convivenza nella stessa abitazione. A quanto pare il 56enne non si sarebbe mai preoccupato di aprire la camera da letto del fratello e in tutti questi mesi sarebbe entrato in casa sa una finestra, non avendo le chiavi della porta d’entrata. I carabinieri hanno chiamato i sanitari per portare la salma in obitorio, dove resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre l’altro fratello è stato portato in ospedale a Monselice per essere monitorato e controllato dagli psichiatri.

Primo Piano
Il sito allestito dal ministero della Salute
 
 
Zaia: «Chiesta la conferma allo Spallanzani»

Coronavirus, primi
due casi in Veneto
Uno è «critico»

Condividi la Notizia
 
Traffico ai caselli di Verona Sud e Nord

A4, tamponamento
tra furgone e camion:
muore un 60enne

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia