Saltano eventi a raffica Ma Brentegani avverte «Non fasciamoci la testa»

Un banchetto a un mercatino dell’antiquariato
Un banchetto a un mercatino dell’antiquariato
Alessandro Foroni 27.02.2020

Pur svoltosi tra qualche patema, l’appuntamento mensile del mercato dell’antiquariato è stato l’ultimo di grande richiamo per febbraio, mentre da lunedì iniziano a saltare vari appuntamenti che prevedono assembramenti con tante persone. La giornata di domenica ha infatti confermato la forte attrattività di un appuntamento pluridecennale come il mercato dell’antiquariato, nonostante stessero arrivando le prime notizie sul focolaio padovano del coronavirus. «Qualche preoccupazione ce l’avevamo», dichiara Marileno Brentegani, presidente dell’Associazione Percorsi che organizza assieme alla Pro loco, «perché eravamo già partiti ma arrivavano notizie sempre più allarmanti dall’area padovana, le quali hanno prodotto anche l’annullamento del mercatino delle cose d’altri tempi a Piazzola sul Brenta (Pd). In questa situazione m’hanno tolto d’impaccio gli espositori padovani che ho sentito e hanno preferito rimanere a casa. Un sondaggio l’avevo fatto anche con quelli milanesi, per assicurarmi che non avessero avuto contatti con l’area del lodigiano diventata l’epicentro della diffusione in Lombardia». Per il futuro gli eventi che attirano persone dalle province più disparate sono a rischio. «Non fasciamoci la testa», continua Brentegani, «e attendiamo gli eventi, sperando che la situazione migliori, ma certo il livello d’attenzione va tenuto alto, come consigliano Regione e Ministero della Salute». Intanto, è saltata lunedì sera una cena sociale organizzata dall’Aslipeva, con 280 iscritti. «Puntiamo a riproporla per il 16 marzo», afferma la presidente dell’associazione di pensionati, Rosella Capelli, «ma dovremo ragionare passo passo». Salta anche la Bigolada valesana, a base di bigoli e sardelle e polenta e aringa, che si doveva tenere ieri in piazza Carlo Alberto. Pure l’Associazione sportiva San Paolo Valeggio comunica che sono ferme le manifestazioni sportive e gli stessi allenamenti collettivi. Il Comune comunica infine che sono stati sospesi l’incontro per il controllo di vicinato di ieri a Vanoni-Remelli e i corsi dell’Università del tempo libero e che scuole e biblioteche rimarranno chiuse fino a fine mese.