La Serit contrasta lo spreco di cibo La campagna inizierà dalle scuole

A.F.28.11.2019

Andare nelle scuole e nelle piazze per contrastare la cultura dello spreco. Questi i due progetti della Serit, emersi sabato al convegno tenutosi a Villa Sigurtà, dal titolo Non sprecare. Conosci, cambia, previeni. L’appuntamento valeggiano ha concluso la settimana europea dei rifiuti voluta e patrocinata dalla Commissione nazionale italiana dell’ Unesco, dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e da numerosi organismi a livello locale. «Il primo progetto», ha dichiarato Massimo Mariotti, presidente di Serit, «è rivolto alle scuole che, in collaborazione con i Comuni, vogliano proporre un gioco in cui si impara a fare la spesa. L’altro prevede una trasmissione televisiva che segua le tappe di un nostro mezzo elettrico, che verrà attrezzato con una cucina e arriverà nelle piazze. In questo veicolo ci sarà uno chef cucinerà dei piatti senza sprecare nulla. Si tratta di due progetti selezionati come eccellenze all’interno della rete europea di cui Serit fa parte e che concorreranno a un premio finale». Inoltre, durante lo Show cooking in cui lo chef Alessandro Severino e il ristoratore Leopoldo Ramponi puntavano a far vedere come riutilizzare scarti o alimenti meno noti, è stata lanciata un’iniziativa a favore di Venezia. «I ristoratori aderenti a Confcommercio Verona», ha spiegato Ramponi, «dedicheranno, a loro scelta, un piatto servito in tavola a quella splendida città, devolvendo il ricavato alla popolazione». •