Tamponi a tappeto agli operatori della Campostrini

La casa di riposo  FOTO PECORA
La casa di riposo FOTO PECORA
VA.ZA.25.03.2020

Tamponi a tappeto a tutti gli operatori addetti all’assistenza, in attesa degli esiti dei primi test effettuati domenica sugli infermieri. Alla casa di riposo Campostrini di Sommacampagna ieri è stata un’altra giornata di fibrillazione dopo che un ospite, sabato, è stato trasportato in urgenza all’ospedale di Villafranca dove è morto perché affetto da coronavirus. «Siamo in contatto con il distretto sanitario. Ci hanno assicurato che cercheranno di fare il più presto possibile», afferma il sindaco, Fabrizio Bertolaso. Intanto sale la preoccupazione dei familiari che, a causa delle misure anti contagio prese dall’Ibap, non riescono ad avere il contatto fisico con i loro anziani e quindi telefonano in continuazione al centralino, sempre occupato. «Ci rendiamo conto delle difficoltà e della tensione di queste ore», afferma il presidente dell’Ipab, Antonio Aldrighetti. «Tra l’altro abbiamo anche personale in malattia da prima che si verificasse l’ondata di contagi che sta colpendo la nostra provincia e quindi risulta ancora più complicato dedicare tempo alla comunicazione», si rammarica. La speranza è che le risposte ai tamponi arrivino in fretta. «Inoltre mi auguro che, esauriti i test al personale, si proceda con quelli agli ospiti per isolare eventuali contagiati», sollecita il presidente. «Speriamo che questo incubo finisca presto. La nostra casa di riposo è sempre stata considerata un’ottima struttura capace di dare risposte di qualità alla comunità», conclude il sindaco. •