Sequestrò una donna
in cassone, patteggia
e va ai domiciliari

Il cassone delle mele usato per segregare la donna, a Sommacampagna
Il cassone delle mele usato per segregare la donna, a Sommacampagna
02.10.2019

L’imprenditore altoatesino Reinhold Thurner, di 53 anni, ha patteggiato oggi in tribunale a Verona una pena di 2 anni e 9 mesi di reclusione, mentre il suo aiutante Piotr Nowicki, 32 anni polacco, ha patteggiato 2 anni e 4 mesi. Entrambi erano accusati di sequestro di persona per aver rinchiuso in un cassone per la raccolta delle mele, nel frutteto di Sommacampagna di proprietà Thurner, una bracciante polacca di 44 anni per due settimane. I fatti risalgono alla fine di agosto del 2018.

 

I due imputati hanno anche risarcito i danni alla parte lesa con 26mila euro. Reinhold Thurner si trova attualmente agli arresti domiciliari.

CORRELATI