Il Papa telefona
al prete veronese
gravemente malato

Papa Francesco ha chiamato il parroco di Trevenzuolo, provato dalla malattiaDon Alberto Antonioli circondato dai suoi ragazzi
Papa Francesco ha chiamato il parroco di Trevenzuolo, provato dalla malattiaDon Alberto Antonioli circondato dai suoi ragazzi
Francesca Lorandi09.05.2020

Lacrime di gioia, nonostante i giorni di dolore e tristezza.

Il telefono che squilla, il suono di una voce famigliare e il cuore stanco che si riempie di felicità, inattesa, improvvisa.

Da una parte don Alberto Antonioli, il parroco di Trevenzuolo, costretto da alcuni giorni a letto a causa di un tumore che lo sta mettendo a dura prova. Dall’altra papa Francesco che, da Roma, ha voluto chiamare il sacerdote veronese: per salutarlo, per pregare con lui, per regalargli quella gioia inaspettata.

 

«Don Alberto si è portato all’orecchio il telefonino», racconta un membro del consiglio pastorale, «ha sentito la voce di papa Francesco e ha iniziato a piangere di gioia: faceva fatica a parlare, per la malattia e per l’emozione. Ma le sue erano lacrime di felicità vera».

 

 

L'articolo completo sul giornale in edicola oggi, sabato 9 maggio