Aldà riceve il premio Gente di campagna alla Fiera del bollito

Un piatto di bollito e pearà
Un piatto di bollito e pearà
N.V.13.11.2019

Durerà fino a domenica 24 novembre la Fiera del bollito e della pearà, inaugurata giovedì scorso. La novità di questa edizione è l’accostamento ai piatti della tradizione alle serate di musica folk con la manifestazione Radici in musica. Tante le personalità che hanno preso parte all’inaugurazione. Insieme a sindaco e vicesindaco di Isola, Stefano Canazza e Michele Gruppo, e al nuovo amministratore unico di Ente fiera, Michele Filippi, c’erano anche il presidente del consorzio per la tutela del Riso Nano Vialone Veronese Igp, Renato Leoni. Tra gli ospiti, inoltre, l’europarlamentare Paolo Borchia, il vicepresidente della provincia di Verona David Di Michele, il vicepresidente del consiglio regionale Massimo Giorgetti, i consiglieri regionali Stefano Casali e Andrea Bassi. Alla cena inaugurale, preparata dall’associazione Festeggiamenti Pellegrina, è stato assegnato il riconoscimento Gente di Campagna a Stefano Aldà, titolare dell’omonima azienda agricola che produce rucola e basilico per il mercato locale ed estero. Il premio, istituito dal Comune di Isola della Scala, è destinato infatti a personalità che hanno promosso la cultura rurale e l’agricoltura della pianura scaligera. «Il nostro evento», spiega Canazza, «permette di far conoscere questa pietanza tradizionale a migliaia di ospiti che da diversi anni vengono a trovarci dalle regioni vicine. Dopo la Fiera del Riso questa manifestazione rappresenta, dunque, un’ulteriore occasione per promuovere il territorio e le sue eccellenze». Giovedì, infine, è stato consegnato anche un secondo riconoscimento speciale questa volta a Roberto Bonfante, direttore di Ente Fiera, che a fine anno andrà in pensione. •