È morto nello scontro, donato il cuore

I soccorritori sul luogo dell’incidente
I soccorritori sul luogo dell’incidente
Riccardo Mirandola 07.11.2019

Si terrà questa mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di Pellegrina il funerale di Luca Faustini, l’operaio agricolo di 34 anni morto lunedì sera lungo la Statale 12 nello scontro frontale tra la sua Opel Corsa e un camion. L’intera frazione di Pellegrina si è stretta attorno alla compagna Valentina, ai genitori Rosanna e Daniele e alla sorella Moira che stanno vivendo momenti di enorme dolore per la tragica fine di Luca. Anche a Nogara, dove la coppia abitava da qualche anno con le due figlie di 3 e 7 anni, è scossa per la tragica fine di Faustini, considerato da tutti un ragazzo semplice e solare legatissimo alla sua famiglia e al lavoro nell’azienda agricola di Gazzo dove era benvoluto da tutti. Tanti amici si sono recati nell’abitazione di via Onesti per dare conforto a Valentina che in pochi istanti ha perso uno degli affetti più cari e che ora dovrà occuparsi delle due bambine che continuano a chiedere del loro papà. Restano ancora da chiarire le cause che hanno provocato lo scontro frontale tra l’auto di Faustini e il camion condotto da un 47 enne straniero rimasto gravemente ferito. L’unica cosa che sembra ad oggi accertata è che l’Opel Corsa era diretta verso Verona mentre il camion proveniva dal senso opposto di marcia. I soccorritori del 118 non hanno potuto fare nulla per Luca, il cui corpo era incastrato nell’abitacolo ed è stato successivamente estratto dai Vigili del Fuoco di Verona. I camionista è stato invece stabilizzato sul posto e poi trasportato in codice giallo all’ospedale di Borgo Trento con traumi in varie parti del corpo. Dopo aver appreso la tragica notizia della morte del proprio congiunto, i familiari di Luca hanno deciso di ricordarlo donando il cuore e le cornee compiendo un gesto d’amore che consentirà a tre persone di continuare a vivere. •