Panuccio mette paletti «C’è di mezzo la vita»

Il sindaco Antonello Panuccio
Il sindaco Antonello Panuccio
G.G.19.03.2020

Nuova ordinanza del sindaco con provvedimenti più severi e restrittivi per chi a piedi non rispetta i principi fondanti del Decreto ministeriale sul contenimento della diffusione del Coronavirus. Le nuove restrizione riguardano lo stop alla ciclabile della vasca e a quella delle Risorgive; la prima è riservata solo ai residenti, per la seconda c’è il divieto assoluto per i pedoni. Sono ammessi solo velocipedi per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità. Le nuove restrizioni si aggiungono a quelle dei giorni scorsi riguardanti l’accesso agli uffici comunali, permessi solo su appuntamento al numero 045.9215908, eccetto per protocollo, stato civile e anagrafe, aperti al mattino dalle 8,30 alle 12,30 e il martedì pomeriggio dalle 15 alle 17,30. Chiusi pure il cimitero, eccetto per sepolture, l’ecocentro di via Toscanini, i parchi e le aree gioco. Chi deve uscire con il cane, può farlo, ma da solo e non in compagnia e soltanto in paese e per 10 minuti. «Non posso far finta di niente», motiva il sindaco Antonello Panuccio. «Ognuno deve dare il suo contributo positivo e non cercare scappatoie e cavilli giuridici per eludere la norma che parla di spostamenti solo per necessità comprovata. Quindi, è necessario questo ulteriore strumento. C’è modo e modo di uscire di casa, cercando spazi isolati e senza fermarsi a fare quattro chiacchiere appena si incontra qualcuno. Qui non si scherza con la vita, né con la vostra, né con la nostra».