Disagio e ricerca lavoro Rifinanziato il progetto

L.C.22.06.2020

Passa all’unanimità in Consiglio l’adesione al Patto territoriale per promuovere misure di politica attiva per il lavoro e favorire l’inserimento lavorativo di persone in condizione di svantaggio per il periodo dal 2020 al 2022. «Si tratta di aderire a un progetto il cui costo è di 10 centesimi per abitante, già inseriti nella quota che il Comune versa annualmente all’Ulss 9», ha spiegato l’assessore al sociale Loretta Sorio, «è una convenzione che dà continuità ai progetti precedenti. Sono persone con disadattamento sociale che ora, anche a causa del Covid, hanno perso il lavoro». L’opportunità di impiegare cofinanziamenti comunali è stata sollecitata da Rosanna Lavarini che ha chiesto all’assessore al bilancio, Alessandro Menon, di mettere più fondi per il progetto. «Abbiamo in cantiere il progetto di un nuovo sportello», ha precisato l’assessore Sorio, «per il quale cercheremo di avere accanto un’agenzia interinale allo scopo di far interagire datori di lavoro e persone in difficoltà». Favorevole il consigliere del M5S, Renzo Spiazzi, con la raccomandazione di non creare un doppione dei centri per l’impiego. Favorevole anche il consigliere Luigi Cadura. Unanimità: 16 su 16. •