La corda si sgancia
Climber precipita
per 20 metri e muore

Vittorio Zambaldo08.02.2020

Dramma questa mattina alle 11 in Lessinia.

Una persona è morta dopo una caduta dalla parete di roccia di Ceredo di Sant'Anna d'Alfaedo. L'incidente è avvenuto sulla parte Nord della falesia.

Sul posto è accorso l'elicottero di Verona Emergenza, ma per il climber precipitato non c'è stato nulla da fare. Sul posto anche i carabinieri e il Soccorso Alpino di Verona.

 

 

AGGIORNAMENTO ORE 16

Aveva 55 anni e abitava a Colognola ai Colli l'uomo che ha perso la vita in parete a Ceredo. Si chiamava Mauro Magagna ed era un fotografo.

L'incidente è avvenuto mentre si stava calando, per cause che dalle prime ipotesi formulate appaiono particolarmente fortuite: la corda che ne stava frenando la discesa sarebbe uscita dal moschettone mentre lo scalatore si trovava a una ventina di metri d'altezza. A quel punto la caduta è stata inevitabile e fatale.

La notizia si è sparsa velocemente fra la comunità dei climber veronesi, fra i quali l'uomo era particolarmente conosciuto.

 

CORRELATI