L’ultimo arrivato punta al grande salto

Alessandro Volpe, candidato sindaco a Bosco Chiesanuova
Alessandro Volpe, candidato sindaco a Bosco Chiesanuova
Vittorio Zambaldo 20.05.2019

Da consigliere comunale subentrato in minoranza un anno e mezzo fa, Alessandro Volpe tenta la candidatura a sindaco di Bosco Chiesanuova con la lista che unisce le forze di Lega-Liga veneta e della civica «Futuro e progetto per Bosco» di cui è esponente. Ha 42 anni, diplomato geometra, titolare d’azienda nel settore edilizio, coniugato con Katia e padre di Arianna e Riccardo, risiede nella frazione Corbiolo. Il suo intento, riuscito, è stato di tenere unite le due anime dell’attuale minoranza uscente, valorizzando l’esperienza di Andreina Canteri, Giordano Mazo, Michele Tupini e aggregando nel gruppo altri otto candidati. «Abbiamo riproposto la nostra lista», sottolinea Volpe, «con l’obiettivo di avviare una collaborazione costruttiva sia da maggioranza, se lo saremo, sia da minoranza, trovando le giuste convergenze sui due diversi programmi amministrativi, per lavorare insieme su qualcosa di buono per Bosco Chiesanuova». Il responso delle urne dirà chi sarà il vincitore della contesa elettorale «ma in pratica non sarà una sfida all’ultimo sangue», promette Volpe, «anche se questo non esclude il controllo reciproco e le verifiche che la legge garantisce». Mette le mani avanti assicurando che comunque andrà a finire garantirà il completamento delle opere già deliberate dall’attuale amministrazione, in particolare la demolizione e ricostruzione del nuovo palaghiaccio; la ristrutturazione del museo civico etnografico, l’ampliamento della sala d’attesa degli ambulatori. «Il nostro obiettivi principale è di valorizzare gli interventi nelle frazioni, perché abbiano le giuste attenzioni con asfaltature, decoro urbano, messa in sicurezza con un’illuminazione pubblica efficiente e con sistemi moderni di risparmio energetico a cui unire dei punti di videosorveglianza anche in contrada. In particolare punteremo alla realizzazione della pista ciclopedonale Valdiporro-Bosco, sostenuta dal nostro consigliere Mazo». IL DECORO URBANO anche nelle frazioni e nelle contrade è un aspetto che sta a cuore al candidato sindaco, che annuncia il miglioramento della raccolta differenziata dei rifiuti e la valorizzazione dei prodotti tipici con interventi a sostegno della cultura e del turismo. «Mi piacerebbe che ci fosse anche in Lessinia un villaggio dedicato alla cultura, che sia punto di aggregazione per giovani e turisti, ma anche una casa della cultura del territorio. Vivo quassù da tredici anni e mi rendo conto che chi ci è nato ha particolarmente a cuore la propria cultura e il proprio territorio». La lista guarda con favore anche l’allargamento della strada del Càrcaro che conduce alle scuole e al centro sportivo per il quale caldeggia il rifacimento completo del manto erboso, magari in materiale sintetico, del campo di calcio e la creazione di una cittadella dello sport. «Avrebbe un sicuro indotto turistico», sottolinea Volpe. L’impegno della lista è per il mondo dell'associazionismo che sta alla base della creazione di tanti eventi per lo sviluppo del turismo estivo e invernale: «Non lasceremo sole le società sportive e le associazioni e neppure le attività produttive del territorio», promette. «L'obiettivo della mia lista è trasmettere passione, motivazione e impegno per garantire l’attuazione del programma amministrativo, proseguire con una buona gestione del Comune e del territorio, ottimizzando i servizi a disposizione dei cittadini», conclude Volpe. •

1 2 3 4 5 6 >