Il coro La Sengia ricorda «Nani Salata» con i canti della valle

A.SC.04.05.2019

Serata di cori popolari, oggi alle 21, al teatro Valpantena, in ricordo di Giovanni Salvagno chiamato «Nani Salata» (1927-2017), l’ultimo concittadino dei «carrettieri» che, nella sua lunga vita, ha raccolto e musicato molti canti della vallata e della Lessinia. Si esibiranno il coro «La Sengia della Lessinia» diretto dal maestro Fabiano Zampieri e il coro Stella Alpina di Alba (Cuneo). Coro anche quest’ultimo, nato in seno al gruppo Ana locale, sulla soglia dei 50 anni di attività corale e diretto fin dalla fondazione dal maestro Giuseppe Tarabra e, con alle spalle, numerosi concerti in Italia e all’estero (Francia, Germania, Slovacchia e Argentina). Attualmente è il coro ufficiale di Alba ed è composto da 30 elementi (maschili) e sarà due giorni a Grezzana nello scambio tra cori. Il coro «La sengia» è nato nel 1972, per volere di alcuni amici sotto la direzione di Paolo Dal Dosso che all’inizio degli anni Ottanta, decise di valorizzare il patrimonio canoro presente sul territorio per tramandarlo alle future generazioni. Nacque così la collaborazione con «Nani Salata» che conosceva molti canti, armonizzati poi da Antonio Zanon (1921-2012), docente al Conservatorio di Verona. Il coro, che oggi ha sede a Rosaro, con questi canti ha ottenuto nei vari concorsi premi importanti. Il programma della serata prevede tre canti antichi di Nani Salata: «La vien giù dalle montagne», «Il Carrettiere» e «Io son partito»; seguiranno «La ciantia del Jagher», armonizzata da Farina, «Và l’alpin», musica di Malatesta; «La Pastora» da Pigarelli, «La contrà dell’acqua ciara» di Bepi De Marzi e «Sul monte bianco» di De Florian. Stella Alpina, che pure collabora con le associazioni culturali per lo sviluppo e la conoscenza corale di Langhe e Roero, presenterà tre canti del territorio armonizzati dal maestro Giuseppe Tarabra «Amici miei», «La trifola», e «Jilicheur». Seguiranno altri brani alpini e della tradizione corale. L’ingresso al concerto è libero ma fino al completamento dei 278 posti a sedere. •

1 2 3 4 5 6 >