Clown dottori, Patch Adams interviene al raduno europeo

Patch Adams
Patch Adams
V.Z.16.07.2019

Hunter Doherty, universalmente conosciuto come «Patch» Adams, il medico americano che negli anni Sessanta lanciò la terapia del sorriso per aiutare i malati ad affrontare il tragitto della guarigione con più serenità, ed è anche dimostrato, con migliori risultati, sarà a Cerro e Roverè da giovedì a domenica per il primo raduno europeo dei clown dottori. «L’idea del raduno è nata, al ritorno dall’ultima missione negli orfanotrofi russi, svoltasi lo scorso novembre, durante un dialogo fra me e Ginevra Sanguigno (clown Gin, ndr), amica storica di Patch Adams e fondatrice dell’Associazione ClownOne Italia onlus di Milano, formatrice e artista nota a livello mondiale», racconta Miriam Catania (clown Biscotto, ndr) socia dell’Associazione Essere Clown Verona Onlus e allieva di Ginevra Sanguigno. «Lo abbiamo pensato», aggiunge clown Biscotto, naso rosso, orecchini fatti con tanti pendenti di palloncini gonfiabili, «perché all’estero non esistono realtà così ben strutturate come in Italia relativamente agli interventi di clownterapia in ospedale o di clowncare, prendersi cura degli altri attraverso il proprio esser clown. Di solito si tratta di persone singole che per propria sensibilità e formazione affrontano la visita ai reparti, e che purtroppo spesso sono lasciate in balia di se stesse. A Patch Adamas», continua clown Biscotto, «piace molto invece la nostra organizzazione strutturata in gruppi e associazioni, in grado di intervenire con continuità in collaborazione con l’azienda ospedaliera, ma anche con case di riposo e centri per il ricovero di persone con disabilità. Per questo», prosegue, «ha abbracciato volentieri l’idea di una rete che crei strutture analoghe anche in altri paesi». Sono già fioccate adesioni da Gran Bretagna, Francia e Svizzera, oltre che, naturalmente, da diverse località italiane. La scelta di Cerro e Roverè, l’uno per il suo teatro, l’altro per la disponibilità offerta dalla Casa di incontri diocesana, è nata come conseguenza del trasferimento di clown Biscotto da due anni a Cerro dove ha preso casa e collabora con clown Sottiletta (Alessandra Bragastini) a tante iniziative. «Non ultima questa di valorizzare le strutture della nostra Lessinia», dicono. Il primo raduno dei clown dottori, intitolato «The Tribe of the E.G.G.S» (European Gesundheit Group Supporters), accoglie i clown che hanno affiancato Patch Adams nelle missioni umanitarie che il medico americano regolarmente svolge nel mondo e che hanno partecipato a corsi di formazione di clowncare al Gesundheit Institute nel West Virginia, dove il sogno del dottor Adams, di attuare la terapia del sorriso come cura della persona, si affermò negli anni Sessanta e dove oggi sorge un centro artistico in cui volontari clown, provenienti da tutto il mondo, si recano per seguire corsi di improvvisazione teatrale e tecniche di clowncare. L’organizzazione dell’evento, che ha trovato subito il favore dell’associazione veronese, rappresentata da Gianluca Sega (clown Soleluna), è stata curata dalle due associazioni ed ha portato ad un programma fitto per i quattro giorni del raduno, che comprenderà una tavola rotonda, moderata dal giornalista Justin Lifflander che segue abitualmente i tour in Russia di Adams, venerdì pomeriggio alla Casa di incontri diocesana di Roverè, e un workshop, tenuto da Patch Adams in persona sul tema «Humor and Health», sulla relazione fra buonumore e salute. Quest’ultimo evento è aperto al pubblico, sabato 20 alle 10 nel teatro di Cerro, ma i posti sono andati a ruba e per eventuali ultime adesioni e altre informazioni bisogna scrivere a: essereclownverona@gmail.com. Al termine dell’incontro di sabato i clown dottori europei ed Patch Adams, faranno visita agli ospiti della Piccola Fraternità della Lessinia e ai reparti di geriatria, cardiologia, medicina, pediatria e neurochirurgia dell’Ospedale maggiore di Borgo Trento, convenzionati con l’Associazione Essere Clown Verona Onlus. •