Protezione Civile
A Bosco ecco
la nuova sede

 
Vittorio Zambaldo14.05.2019

La Protezione civile di Bosco Chiesanuova ha una propria sede che potrà diventare anche Com, Centro operativo misto, cioè in grado di ospitare oltre ai volontari del sodalizio, anche tutti quelli delle altre associazioni che interverranno in caso di calamità.

La sede è nel piano seminterrato delle nuove scuole in località Càrcaro, sistemata e attrezzata dai volontari che vi ricoverano i mezzi della Protezione civile: un pick-up Nissan attrezzato per l'antincendio boschivo, gruppi di generatori di corrente, gruppo fari e tante altre attrezzature.

«Utilissime in questo periodo le motoseghe», ha riferito Antonio Tidu, vice presidente del gruppo che conta 24 volontari, «perché dallo scorso ottobre ci siamo dovuti confrontare più volte con il forte vento che ha creato non pochi danni con la caduta di alberi sulle strade».

Al taglio del nastro, dopo la benedizione di don Lucio Benedetti, il consigliere delegato alla Protezione civile Daniele Garonzi, a cui il sindaco Claudio Melotti ha consegnato la fascia tricolore per la cerimonia, ha elogiato il lavoro svolto dai volontari per sistemare un luogo «che fin dal 2014 avevamo individuato perché diventasse sede del gruppo. Oggi ne è cuore pulsante dove attendiamo l’arrivo di altri volontari perché il lavoro da fare è tanto e mi sento onorato di consegnare questa sede alla popolazione di Bosco».

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >