I cittadini contagiati salgono a cinque Festa del papà triste per la comunità

V.Z.21.03.2020

Una festa del papà amara a Bosco Chiesanuova dove il sindaco Claudio Melotti scopre dall’autorità sanitaria di dover registrare il quinto caso di contagio da Covid-19 nel proprio Comune, fortunatamente su una persona non ricoverata, ma in quarantena fiduciaria al proprio domicilio. Lo ha comunicato nel consueto messaggio serale su Telegram ai propri concittadinifornendo la tabella riepilogativa dei casi di contagio censiti in Regione. Dopo la sanificazione dei locali del municipio, dell’ufficio turistico, degli ambulatori e del pulmino della Fevoss - operazione mostrata con due video messi in rete - il sindaco ha annunciato la consegna di alcune mascherine che, per il momento, saranno destinate ad uso esclusivo dei volontari del gruppo di Protezione civile. «Nei prossimi giorni, ma purtroppo non posso essere più preciso, verranno fornite ai Comuni veronesi 200mila mascherine usa e getta che saranno distribuite a ciascun Comune in proporzione alla popolazione residente. Pertanto a Bosco Chiesanuova ne spetteranno circa 750 pezzi. A queste ne verranno aggiunte altre 250 di tipo chirurgico, acquistate come Comune, che saranno consegnate giovedì prossimo», ha annunciato il sindaco, avvertendo che «non sarà disponibile un numero di mascherine sufficiente per l’intera popolazione». «Perciò», ha auspicato, «mi auguro che la cittadinanza sia collaborativa nel comprendere che dovranno essere richieste ed utilizzate da quelle categorie di persone che ne hanno assolutamente bisogno per la loro salute o per il loro lavoro». Appena ci sarà la disponibilità delle forniture annunciate, sarà data informazione sulla modalità di distribuzione che sarà effettuata attraverso la Protezione Civile. «Avrei preferito augurare a tutti i papà del nostro paese una buona festa senza l’ansia che questa situazione induce nel cuore di tutti noi. Purtroppo anche oggi registriamo un nuovo caso a Bosco». •