Bosco, la nuova
casa di pro loco
e associazioni

 
Vittorio Zambaldo15.05.2019

Lo stabile che dalla scorsa estate a Bosco Chiesanuova ospita la biblioteca, gli ambulatori medici e una sala polifunzionale è diventato anche la casa delle associazioni e della Pro loco che può così disporre di una propria sede con ampia sala, attrezzata anche con una moderna e funzionale cucina.

Simone Dal Dosso, giovane neo presidente che guida la quarantina di volontari del sodalizio, nato proprio vent’anni fa per iniziativa di un gruppo di persone desiderose di mettersi al servizio della comunità, ha esordito parlando all'inaugurazione di «locali fantastici per la nostra attività. È stata una corsa contro il tempo, a cui però siamo arrivati puntuali grazie al volontariato e alle imprese che hanno reso il sito conforme alle normative e alle nostre esigenze».

Adesso l’appello è ai giovani perché si coinvolgano e incrementino il gruppo con la presenza, le idee e l’entusiasmo di lavorare a favore del proprio paese», ha concluso il presidente, facendo omaggio al sindaco Claudio Melotti dello stemma del Comune decorato da Sergia Valbusa e che sarà collocato in sala consiliare.

«Consegniamo una cucina da far invidia a un ristorante e una sala per le associazioni dove c’è anche lo spazio per una cucina più piccola», ha aggiunto il sindaco Melotti, «che è il posto idoneo per tutte le realtà associative che hanno bisogno di spazio autonomo, facilmente accessibile anche dall’esterno e che può essere utilizzato per svariate iniziative». Un super risotto per tutti i presenti, preparato dai volontari nella nuova cucina, ha superato alla grande la prova.

CORRELATI