Ammoniti, balli e camminate nella Bolca paleontologica

M.G.05.07.2019

Al via domani alla Festa della Paleontologia di Bolca, unica nel suo genere e che da quasi mezzo secolo nel primo fine settimana di luglio offre musica, spettacoli, enogastronomia, cultura, divertimento e regala ai visitatori l’ingresso libero al museo dei fossili nella mattinata di domenica fino a mezzogiorno. La manifestazione, nata 48 anni fa per operare per la fama di capitale mondiale dei fossili dell’Era Terziaria, nel corso degli anni è diventata anche la sagra paesana. Domenica, alle 8.30, partirà proprio dal piazzale del Museo dei fossili l’escursione guidata, da non perdere, lungo il sentiero viola di 8 chilometri, su 300 metri di dislivello, che, tra prati e boschi, attraverserà le contrade Loschi e Brusaferri per scendere fin nella gola della famosa Pesciara. Imperdibile la suggestiva visita al sito paleontologico in cui nei secoli scorsi sono stati estratti i fossili più belli del mondo. Si potrà poi tentare la fortuna del ritrovamento di qualche reperto nell’area didattica per i più piccoli che potranno «pescare» denti di squalo, gasteropodi (chioccioline), conchiglie o pietre dure; mentre per gli adulti, nella pietraia ci vorrà il martello per spaccare le pietre che, non di rado, nascondono al loro interno piccoli reperti fossili. Il ritorno prevede il passaggio da contrada Valecco e Crose del galo, con arrivo in paese alle 12.30 circa, con possibilità di pranzare sotto il tendone. I quattro giorni di festa avranno inizio però già oggi, alle 19, con l’apertura degli stand enogastronomici, vero vanto della festa con cucina casalinga e prodotti locali, con dj Ronketto con Cristian. Sabato, appuntamento in piazza alle 17 con i «Canti e racconti viandanti», per una facile passeggiata di circa due ore con il coro De Bolchan tra corti, contrade e magici luoghi delle Anguane in quest’angolo della Lessinia, accompagnati dai racconti e dai canti popolari veronesi raccolti alla fine del 1800 da Ettore Scipione Righi. Alle 18 riapriranno gli stand enogastronomici e poi Straik con Steven Smith e Bad Boys dj e la voce di Silvia. Domenica dalle 8 trippe a colazione prima dell’escursione sul sentiero viola e nel pomeriggio divertimento in piazza Eichstatt con il torneo di calcio balilla umano (info e iscrizioni: Filippo 347 4043368. Alle 17.30 passeggiata guidata fino a Le Cole per assistere al Concerto di Marco Padovani che avrà inizio alle 18, con «Viandante», raccolta di canzoni inedite nate dall’incontro delle sue melodie con i testi di Nicola Cinquetti. Sarà Paola Scattolo a dar voce alle canzoni con Luigi Bersanelli e Gianni Padovani alle chitarre. La serata riprenderà alle 20 in piazza Eichstatt con l’esibizione della scuola di ballo Evoluzione Danza, con Trainer Claudio & Silvana; infine balli con l’orchestra Oscar & Mary. Gran finale lunedì dalle 19 con cena in piazza in compagnia di Belfo dj e alle 23 spettacolo pirotecnico sullo sfondo del vulcanico Monte Purga. •

1 2 3 4 5 6 >