Vestenanova saluta don Luca Bonesini

M.G 04.10.2019

L’antica sagra della Madonna del Rosario, che Vestenanova celebrava ogni prima domenica di ottobre, ormai da decenni è stata soppiantata dalle moderne feste da godere in piazza nel clima estivo. Della vecchia sagra rimane comunque testimonianza tangibile con il vacanziero lunedì (7 ottobre) per scuole e pubblici uffici, considerato festività del santo patrono. Tuttavia la devozione per la Madonna del Rosario è sempre rimasta nel cuore dei parrocchiani, come pure il culto per la statua della Madonna che sarà protagonista nella celebrazione in notturna domani. Saranno gli Alpini di Vestenanova a portarla a spalle in solenne processione dalla chiesa fino agli impianti sportivi al termine della messa delle 19 accompagnata dal concerto di campane del gruppo campanario di Vestenanova. QUEST’ANNO SARÀ una serata speciale perché chiamerà a raccolta i fedeli delle sette parrocchie dell’Unità pastorale della Lessinia Orientale per salutare don Luca Bonesini che domenica lascerà le comunità di montagna dell’est veronese per tornare in città. Nativo di Golosine, domenica (6 ottobre) alle 18 don Luca farà il suo ingresso come parroco nel familiare quartiere di Verona: «Anche per me lasciare queste parrocchie non è cosa facile, né motivo di gioia, anzi. Mi sono sempre sentito accolto e ben voluto, ho avvertito sempre accanto a me sintonia ed entusiasmo, senza contare poi, questi posti meravigliosi dove la natura abbraccia e impreziosisce i suoi abitanti». Nelle sue parole di commiato c’è tutta la stima per le persone e i luoghi con i quali ha familiarizzato, insieme a don Michele Valdegamberi negli ultimi tre anni, fra le sette chiese da Vestenanova fino a Campofontana. INTANTO l’atmosfera revival di un’antica tradizione come la sagra della Madonna del Rosario avrà un’apertura di tutto rispetto già questa sera alle 20.30 nella baita alpina (impianti sportivi) con la «Serata dei ricordi» a firma di Giorgio Pirana. Il noto fotografo alpinista di Colognola ai Colli, innamorato delle montagne veronesi e frequentatore delle vie di roccia e di ghiaccio delle Alpi, proporrà al pubblico alcuni dei suoi filmati sulla Lessinia. È stato un fedelissimo del Film Festival della Lessinia partecipandovi ininterrottamente dal 1995 al 2009, ottenendo molti premi.

Primo Piano
Operazioni recupero salma nel porto a Bardolino (Joppi)
 
A Bardolino, corpo senza vita in acqua

Soffoca la moglie
malata e si suicida
Recuperato nel lago

Condividi la Notizia
 
Un centinaio di persone a terra

Stop al treno
affollato, caos
a Porta Vescovo

Condividi la Notizia
 
I dati dei contagi sono incoraggianti

Riapertura totale
del Paese
dal 3 giugno

Condividi la Notizia