Rifiuti controllati e pioggia di multe

Uno dei sacchetti contenenti rifiuti differenziati male
Uno dei sacchetti contenenti rifiuti differenziati male
V.Z.31.01.2020

I controlli sui sacchetti dei rifiuti continuano perché le infrazioni sono anche senza sosta. L’amministrazione comunale che pure nell’ultimo anno ha raggiunto il ragguardevole traguardo dell’80 per cento di raccolta differenziata, ha deciso di non dar tregua ai trasgressori con controlli a campione. «Perché possiamo ancora migliorare se tutto parte da noi, non dalla paura di essere scoperti e multati», osserva il vicesindaco Mauro Gaspari che ha anche la delega all’Ecologia. Nei giorni scorsi ci sono stati controlli sui sacchetti nella zona di Ferrazze, via Caval, via Polveriera e via 26 Aprile da parte della polizia locale e di un funzionario del settore Ecologia del Comune. Su un campione di oltre 400 sacchetti ispezionati, sono stati sanzionati cinque residenti sanmartinesi e una persona di un Comune limitrofo che aveva abbandonato un sacchetto di immondizie in un campo in territorio sanmartinese. Altre tre sanzioni sono state fatte durante i controlli della raccolta differenziata del rifiuto secco in zona industriale. Sono stati trovati principalmente carta e plastica ed è stato possibile risalire ai proprietari perché i sacchetti erano depositati accanto all’ingresso delle rispettive aziende. Per ciascuno di loro c’è stata una sanzione di 50 euro. Un giorno alla settimana, su richiesta dell’amministrazione guidata dal sindaco Franco De Santi, il comando della Polizia locale affida a un agente il compito di ispezionare i sacchetti lasciati sulla porta per la raccolta: i controlli sono stati fatti in via Fratelli Cervi, viale del Lavoro, via Disciplina, via Beccaria, via Cimitero e via Archimede. Nella giornata di lunedì, in via Archimede, sempre in zona industriale, su cui si affacciano aziende e uffici, sono stati compilati sei verbali ad altrettanti titolari di aziende che non hanno rispettato le modalità di conferimento dei rifiuti per la raccolta differenziata, come previsto dal regolamento comunale. Ricordiamo che oltre alla raccolta porta a porta, dallo scorso anno si accede all’isola ecologia di via Meucci solo con tessera sanitaria regionale per i privati residenti a San Martino Buon Albergo o con apposito pass Eco-card rilasciato da Archimede Servizi per le aziende del paese. Una sbarra infatti impedisce l’accesso a chi non si fa riconoscere attraverso il microchip di una delle due card. L’isola ecologica è aperta per i cittadini residenti martedì, giovedì e sabato dalle 8 alle 12 e la domenica dalle 9 alle 12.30 e nei pomeriggi di lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 14 alle 17.30. Per le aziende orario ridotto a martedì e giovedì dalle 8 alle 12 e lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14 alle 17.30. La tipologia di rifiuti ammessi per i privati comprende: carta, cartone, legno, metallo, imballaggi di plastica e vetro, umido, verde e ramaglie, ingombranti, inerti da piccoli interventi per un massimo di quattro secchi a viaggio e per tre viaggi complessivi al giorno. Per le aziende sono invece ammessi: carta, cartone, legno, metallo, imballaggi di plastica e vetro, umido, verde e ramaglie. •

Primo Piano
Operazioni recupero salma nel porto a Bardolino (Joppi)
 
 
A Bardolino, corpo senza vita in acqua

Soffoca la moglie
malata e si suicida
Recuperato nel lago

Condividi la Notizia
 
Coronavirus, i dati della Regione

Verona, 2 morti
e 5 nuovi casi
nelle ultime 24 ore

Condividi la Notizia
 
Un centinaio di persone a terra

Stop al treno
affollato, caos
a Porta Vescovo

Condividi la Notizia