L’undicesimo defibrillatore in ricordo di Valerio Avesani

L’inaugurazione del defibrillatore al centro commerciale Verona Est FOTO AMATO
L’inaugurazione del defibrillatore al centro commerciale Verona Est FOTO AMATO
V.Z.30.09.2019

«Lo abbiamo messo qui, all’interno dello stabile, nel corridoio vicino all'ingresso di Nova Systems, come avrebbe desiderato Valerio, perché fosse accessibile a tutti in qualunque ora e giorno dell’anno, anche quando l’azienda è chiusa». Così Ivano Avesani, fratello dell’indimenticato sindaco sanmartinese, contitolare dell’azienda che realizza software in Cloud per la gestione delle aziende di trasporti e di spedizioni internazionali, per la logistica e gli operatori doganali, ha presentato il nuovo defibrillatore collocato al primo piano dello stabile che ospita il Centro commerciale Verona Est, in prossimità del casello autostradale. «Papà aveva iniziato nel 2014, con il dottor Sergio Barbieri e l’ospedale Sacro Cuore don Calabria di Negrar il progetto “Città cardio protetta” destinando 40 defibrillatori per altrettante amministrazioni comunali che hanno così ricevuto l’impulso per avviare e sviluppare l’utilizzo di questo strumento salvavita», ha spiegato Barbara Avesani, impegnata in azienda e nel volontariato con la Croce Verde. «Avevamo promesso di realizzare anche questo sogno di mio padre e sono felice che si concretizzi sulla porta dell’azienda che ha creato, ma sia a disposizione degli operatori che lavorano in tutto il Centro commerciale e delle tante persone che gravitano qui attorno», ha aggiunto. È custodito in una teca provvista di allarme per scoraggiare i vandalismi ed è uno strumento geo localizzato: significa che chi non ne conosce l’esistenza viene guidato dagli operatori del 118 fino alla sua postazione, essendo segnalata sulle mappe del soccorso. «Non deve far paura il suo utilizzo, anzi è uno strumento che va usato in caso di necessità, perché le statistiche ci informano che il 70 per cento degli arresti cardiaci avvengono quando è presenta un’altra persona che potrebbe intervenire, ma solo nel 15 per cento dei casi si applicano le corrette manovre salvavita che potrebbero cambiare radicalmente l’esito dell’attacco», ha concluso Barbara, annunciando che l’azienda si mobiliterà per un corso di quattro ore, utile per quanti si vorranno formare all’utilizzo dello strumento. «Siamo arrivati a undici defibrillatori installati sull’intero territorio comunale», ha annunciato il sindaco Franco De Santi prima di tagliare il nastro dell’inaugurazione, «ed è un obbligo per noi continuare la missione in cui Valerio ha fortemente creduto». «Spero che nascono tante altre realtà simili attente alla prevenzione e alla salute», ha concluso il sindaco, ringraziando Nova Systems per la sensibilità e la disponibilità dimostrate. •

Primo Piano
Operazioni recupero salma nel porto a Bardolino (Joppi)
 
A Bardolino, corpo senza vita in acqua

Soffoca la moglie
malata e si suicida
Recuperato nel lago

Condividi la Notizia
 
Un centinaio di persone a terra

Stop al treno
affollato, caos
a Porta Vescovo

Condividi la Notizia
 
I dati dei contagi sono incoraggianti

Riapertura totale
del Paese
dal 3 giugno

Condividi la Notizia