Plastica, si torna a raccoglierla una volta la settimana in paese

La raccolta differenziata delle plastica
La raccolta differenziata delle plastica
AL.SC.08.01.2020

La raccolta dei rifiuti solidi urbani è diventato un servizio tenuto sempre sott’occhio dai cittadini che spesso segnalano casi sui social. L’amministrazione, in questi mesi, è dovuta spesso correre ai ripari. Per quanto riguarda la plastica, la grande accusata e la fin troppo abbandonata, l’amministrazione ha deciso, nell’ultimo consiglio comunale, che la sua raccolta, nel 2020, tornerà settimanale, fermo restando il calendario per il ritiro degli altri rifiuti. Inoltre, è stato approvato, con 10 voti a favore e tre astenuti, lo schema di convenzione tra il Comune e il Consorzio di Bacino Verona Due per la gestione dei contratti sui rifiuti solidi urbani e assimilati. A presiedere l’ultimo consiglio comunale del 2019, il vice sindaco Plinio Menegalli (assente il sindaco Arturo Alberti per impegni), come erano assenti i consiglieri di opposizione Mauro Fiorentini e Michele Colantoni. «Una vicenda molto complicata», ha spiegato il vice sindaco Menegalli, «seguita dal sindaco Alberti, dall’assessore Zeno Falzi e dal consigliere Ilario Bombieri, già assessore all’ecologia. Il 30 giugno è scaduta la proroga del contratto con AMIA; la gestione è quindi passata al Consiglio di Bacino Verona Nord, che si trova in una fase transitoria e che farà solo raccolta e trasporto. Ci sono poi tutti gli altri servizi: centri di raccolta, pulizia delle caditoie, spazzatura delle strade, rifiuti ingombranti ed altro. Quindi approviamo questa convenzione con il Bacino Verona Due per i contratti, come tutti gli altri Comuni del Consorzio». Nel ringraziare il consigliere Bombieri ideatore, 15 anni fa, della raccolta «porta a porta», l’assessore ha precisato: «Il nostro comune farà da capofila per i buoni risultati ottenuti con la raccolta differenziata. Ritornerà la raccolta della plastica tutte le settimane, fermo restando il prelievo quindicinale di carta e secco». Il consigliere della Lega Nord Cristian Brunelli ha aggiunto: «Predo atto che il Comune non ha tante possibilità di scelta nel gestire raccolta e smaltimento dei rifiuti. Ottima notizia il ritiro una volta la settimana della plastica; i cittadini mi chiedono anche il prolungamento degli orari dell’Eco Centro, fino alle 19 o alle 20, per permettere a chi lavora di recarvisi e contenitori grandi per deporre le deiezioni degli animali». Per il capogruppo di maggioranza Guido Lonardoni «i Consorzi sono stati creati per curare lo smaltimento, speriamo di arrivarci. Poi ci sono le tariffe: vedremo come andrà a finire. Oggi gestire i rifiuti è difficile, occorre un cambio di mentalità. Forse sarebbe opportuno fare pressione in Provincia affinché inviti i Consorzi a lavorare di più su questo servizio. Noi abbiamo raggiunto l’80 per cento della raccolta differenziata, quindi siamo avanti». Ha chiuso il vice sindaco Plinio Meenegalli: «Credo che il futuro non sarà roseo, i servizi verranno ridotti per incentivare o addirittura costringere a produrre sempre meno rifiuti, quindi dobbiamo imparare a farlo e siamo fortunati perché già abituati. Bisognerà migliorare le nostre abitudini». •