Il sindaco di Torri
Nicotra si appella
a Mattarella

Emanuele Zanini27.04.2020

Il sindaco di Torri Stefano Nicotra si dice amareggiato e deluso dagli ultimi provvedimenti governativi riguardanti la cosiddetta «fase 2» dell'emergenza sanitaria, riferendosi, seppur senza citarle direttamente, alle ultime dichiarazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

 

Così il primo cittadino torresano, in un nuovo video messaggio sulla pagina facebook del Comune di Torri, si appella direttamente al presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché faccia chiarezza. «Si dica chiaro e tondo che si può aprire. Non possiamo andare avanti nell'incertezza. Il presidente della Repubblica dia la possibilità a noi sindaci di gestire il nostro territorio. Noi ci assumeremo le nostre responsabilità. Ma così non si può andare avanti».

 

Poi Nicotra si rivolge ai propri cittadini di pazientare ancora, almeno fino a domenica. «Poi qualcosa cambierà. Mancano sei giorni ad una nuova alba», afferma concludendo ancora rivolgendosi al Capo dello Stato: «Presidente Mattarella ci metta del suo».

CORRELATI