Trenta barche
in acqua: la Regata
della rinascita

01.08.2020

Si è svolta ieri a Peschiera del Garda, al calar del sole, la “Regata della rinascita”, evento sportivo non competitivo ideato dall’Associazione Remiera Peschiera per ringraziare il personale medico, paramedico e i volontari che in vari modi nella fase acuta dell’emergenza sanitaria si sono spesi a favore della collettività.

 

Oltre trenta le barche a remi in acqua tra gondolini gardesani, bisse, canoe, kayak e un dragon boat, partite dal porto Cappuccini e arrivate al porto centrale del paese. Ad attendere gli equipaggi (tra cui quello formato dalla sindaca Orietta Gaiulli e dalla sua vice Elisa Ciminelli, a bordo di un gondolino) la Banda musicale cittadina di Peschiera del Garda: dopo l’Inno nazionale gli atleti hanno tributato il loro omaggio alzando in aria i remi.

 

Nel corso del breve momento celebrativo si sono alternati gli interventi del professor Vittorio Pederzoli, presidente del Cda dell’ospedale Pederzoli, del presidente dell’associazione Remiera Mauro Amicabile e dell’ideatore dell’evento Umberto Broglia, della vicesindaco di Castelnuovo del Garda Rossella Vanna Ardielli, oltre che del vicesindaco di Sirmione Lorenzo Loda e del rappresentante della Lega Bisse del Garda Agostino Domenegoni.

 

«Siamo qui anche per ricordare chi si è ammalato e non ce l’ha fatta», ha detto Gaiulli, rimarcando «l’invito ad essere prudenti: siamo contenti perché è estate e arrivano i turisti, ma ricordiamoci che il pericolo Covid non è finito e possiamo tornare indietro».

CORRELATI
Primo Piano
Le immagini dalla webcam della A22
 
Condividi la Notizia
 
Entro Ferragosto, dal venerdì al sabato

Riapre il parcheggio
di piazza Corrubbio
con 110 posti auto

Condividi la Notizia