L'ultramaratoneta
Amicabile arrivato
a Martigny - VIDEO

L'arrivo di Amicabile a Martigny
L'arrivo di Amicabile a Martigny
Emanuele Zanini27.08.2019

Prosegue senza sosta l'interminabile corsa di Fabrizio Amicabile, l'ultramaratoneta di Peschiera che sta cercando di portare a termine la sua ultima impresa: raggiungere Parigi, da Verona, di corsa. Partito da piazza Bra mercoledì scorso, l'inossidabile 58enne arilicense, oggi pomeriggio arrivato a Martigny, in Svizzera. Finora ha percorso circa 430 chilometri dei circa mille complessivi. Ieri (lunedì) ha raggiunto Aosta e poi ha iniziato la lunga e impegnativa salita verso il passo del Gran San Bernardo, assieme ad un altro podista veronese, Luciano Venturini, che lo ha accompagnato verso la salita.

 

Ottima la condizione fisica di Amicabile. «È un amante delle salite. I rettilinei lo annoiano un po'. Quando ha visto la strada iniziare a salire è rinato. È andato su come un treno», racconta il presidente del Rotary Club di Peschera e del Garda Veronese Alberto Coin, che sostiene l'ultramaratona, dedicata alla raccolta fondi per la ricerca sulla Sla (Sclerosi laterale amiotrofica). Nel tardo pomeriggio di ieri, a conclusione della tappa, Fabrizio ha fatto un «tagliando» al fisico, grazie all'aiuto di alcuni fisioterapisti del Rotary di Aosta. Oggi è ripartito alle 5,30 del mattino percorrendo 53 chilometri arrivando a 2.500 metri di quota. 

 

 

Domani (mercoledì 28 agosto) si riparte da Martigny alla volta di Losanna. «Il morale di Fabrizio», racconta Coin, «è alle stelle». Nessun particolare imprevisto finora nella corsa dell'atleta di Peschiera. L'arrivo a Parigi è previsto nel corso della prima settimana di settembre, probabilmente il 5 o 6 settembre. Coin, dopo aver affiancato Amicabile nella corsa (ma in auto) per diversi giorni è tornato a Verona. A fianco dell'ultramaratoneta ora ci sono la figlia Jessica e Tiziano Cimarelli, già vicesindaco e oggi consigliere di minoranza.

Per quanto riguarda le donazioni, ricordiamo che sono raccolte dal Rotary Club di Peschiera e del Garda Veronese attraverso la onlus «Progetto Rotary-Distretto 2060» (Iban: IT67 D033 5901 6001 0000 0012 659 – Causale: Una corsa per la Sla). I fondi destinati a questa iniziativa verranno devoluti all’associazione Asla (www.associazioneasla.org) di Verona che sta già collaborando con il centro di ricerca dell’Università di Padova. Ulteriori informazioni sul sito www.unacorsaperlasla.it (dove è possibile seguire il percorso di Fabrizio attraverso Gps, cliccando la voce di menu "Follow Me" nella barra laterale)

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >