I ladri rubano la casetta dei libri dei donatori Avis

La casetta dei libri dell’Avis
La casetta dei libri dell’Avis
S.B.15.01.2020

Un furto che addolora la comunità di San Benedetto di Lugana, a Peschiera, e che rattrista tutta la comunità arilicense dei donatori di sangue. Nella notte scorsa nel parco giochi di via Loi, attiguo al centro natatorio, i ladri hanno asportato la casetta dei libri dell'Avis collocata lì nel maggio del 2018, con grande apprezzamento di tanti appassionati lettori. Un’azione che ha indignato l’intera comunità. «Un grave atto di vigliaccheria di chi si sente forte sapendo di non essere visto», spiega a caldo il presidente dell'Avis Fiorenzo Zambelli. «Un’azione davvero deprecabile non solo per la sparizione di un bene realizzato con tanta passione dai volontari, ma soprattutto perché era uno strumento di avvicinamento gratuito alla cultura, alla crescita intellettuale anche di tanti ragazzi. Un bel servizio per le famiglie e la comunità. Ma non ci diamo per vinti», continua Zambelli, «tant'è che ci vogliamo riprovare collocandone una nuova. Del fatto abbiamo avvisato i carabinieri e anche l’amministrazione comunale che a suo tempo, quando sono state collocate le due casette, una nel capoluogo e una a San Benedetto, aveva avuto parole positive per la nostra iniziativa. Sono e siamo molto amareggiati- conclude il presidente dell'Avis, «ma vogliamo superare l'amarezza e crederci ancora. Donare sangue e cercare di fare cultura è un binomio per noi imprescindibile». •

Primo Piano
Sospesa la Festa de la Renga (foto Costantino)
 
La chiusura del Carnevale a Parona

Salta la «Renga»
Festa rinviata
forse all'8 marzo

Condividi la Notizia
 
Il bilancio del coronavirus

In Veneto 58 casi
con il cluster
di Limena

Condividi la Notizia
 
Incidente nel pomeriggio ad Ala Avio

Auto contro Tir in
sosta in A22, muore
53enne di Lazise

Condividi la Notizia