Botte e danni
perché la fidanzata
non gli risponde

I carabinieri di Peschiera
I carabinieri di Peschiera
11.06.2019

Ubriaco e violento se la prende con gli amici, i passanti e poi con i carabinieri perché la fidanzata non gli risponde al telefono. È successo nel fine settimana scorso a Bardolino dove i militari del nucleo operativo di Peschiera sono dovuti intervenire dopo lo scompiglio provocato da un 28enne veronese che, in grave stato di alterazione, aveva danneggiato alcune auto in sosta ed era arrivato alle mani con alcune persone all'interno dell'area parcheggio Serenella.

 

Al loro arrivo, i carabinieri lo hanno trovato disteso accanto a dei bidoni dell'immonidizia e, al tentativo di stabilire un contatto per riportarlo alla ragione, il ragazzo ha risposto  ingiuriando anche i militari e infine aggredendoli. Ammanettato e portato in caserma, il giovane non ha smesso di essere violento e, anzi, ha continuato da dare in escandescenze prendendo a calci anche le porte e insultando i carabinieri. 

 

Si è poi scoperto che il 28enne non è nuovo a questi episodi e sul suo conto gravano diversi precedenti di polizia tra cui detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché varie denunce per minacce, percosse e lesioni. Dopo una notte passata in cella,  il ragazzo stato giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di Verona dove ha patteggiato una condanna (pena sospesa) a due mesi e venti giorni di reclusione.

1 2 3 4 5 6 >