La richiesta degli esercenti «Sistemate le fogne in centro»

Turisti in un locale di Lazise
Turisti in un locale di Lazise
S.B.30.03.2019

L'assemblea annuale della Libera associazione esercenti Lazise chiede al sindaco e agli amministratori comunali (oltre al sindaco erano presenti Fulvio Ziviello, Anna Rossi e Elena Buio) un’accurata manutenzione dell’impianto fognario del centro storico, delle strade e delle piazze, togliendo buche e asfalto rovinati per la sicurezza dei turisti. E chiedono anche la potatura di piante e siepi, lo svuotamento celere dei cestini dei rifiuti, in particolare nel fine settimana e durante le più significative manifestazioni estive che hanno come teatro il cuore di Lazise. La presidente Giliola Zenari ha inoltre messo in rilievo la necessità di dar corso al regolamento dell'utilizzo dei plateatici soprattutto per la collocazione dei vasi da fiori, che secondo gli esercenti sono abbellimenti e impreziosimenti delle attività commerciali. Zenari ha inoltre posto in rilievo la necessità di procedere al recupero di Porta San Zeno, biglietto da visita di Lazise e ha infine chiesto al sindaco Luca Sebastiano di mettere mano alla revisione di viale Roma, vietando nella zona gli spazi di parcheggio e ha invitato l'amministrazione comunale a rivedere tutta l'area al momento del rifacimento totale delle ex scuole medie, adibite a struttura pubblica polivalente. Gli esercenti hanno poi detto di aver molto apprezzato il recupero di Porta del Lion per iniziativa della famiglia Bernini e di parte delle mura scaligere, oltre che delle manifestazione di «Lago di Garda in Love», nel periodo di San Valentino, auspicando un maggiore coordinamento fra i paesi del lago. «Cuore e passione sono tutt’uno per gli esercenti di Lazise», ha esordito compiaciuto il sindaco, «e lo state dimostrando in questa affollata assemblea. Collaborare è una situazione che auspichiamo sempre. Abbiamo recepito le criticità e anche il gradimento per alcune iniziative. Lazise ha più di 4 milioni di presenze turistiche e siamo il decimo comune a livello nazionale. Quindi i problemi non sono pochi. Apprezzo le iniziative che promuovete, soprattutto quelle in Dogana Veneta. Vi assicuro che la questione fognature è all'attenzione ma è complessa. Quanto alla raccolta rifiuti stiamo lavorando perché parta nel migliore dei modi per la stagione turistica». Poi il sindaco ha elencato alcuni progetti in cantiere. Come l’accordo con i campeggiatori per realizzare l'ultimo tratto di passeggiata a lago tra Lazise e Pacengo e l’avvio del recupero dell'ex teatro parrocchiale di Colà e dell'ex cantina in località Rocchetti. Ci sono poi l’avvio del primo stralcio per il nuovo collettore fognario del Garda dove Lazise sarà comune guida e l’intitolazione dell’ex piazzetta Milana al professore Vittorio Bozzini, per decenni sindaco di Lazise. •