Avis e Aido in festa Corteo e benemerenze

Donazione di sangue
Donazione di sangue
EM.ZAN.31.03.2019

Sarà una giornata del donatore speciale quella organizzata oggi a Garda. Con l'occasione, infatti, si festeggeranno i 55 anni dalla fondazione dell'Avis Garda, oltre ai 39 anni dell'Aido Garda. L'evento inizierà alle 9,30 con il raduno dei donatori e le relative associazioni alla sede Avis-Aido Garda in piazza dei Donatori di sangue. Dopo il corteo tra le vie cittadine con la banda del lago di Garda, la messa e il saluto delle autorità, alle 11,20 saranno consegnate le benemerenze a 78 donatori (con distintivi in rame, argento, argento dorato, oro, oro con rubino e con smeraldo) alla pieve della chiesa parrocchiale. Dulcis in fundo, è stato organizzato il pranzo sociale al Golf hotel Ca' degli Ulivi di Marciaga. Nel 2018 Avis Garda, ha fatto 226 donazioni, cinque in più rispetto all'anno prima: 175 quelle di sangue intero e 51 quelle di plasma. L'associazione gardesana ha raggiunto l’apice di iscritti nel 1982 con 397 donatori. Ad oggi gli iscritti sono 164 di cui 135 donatori attivi e 29 non donatori ma che partecipano alla vita associativa. Nel 2018 si sono registrati 13 nuovi iscritti, mentre sei persone hanno ripreso a donare dopo una pausa di oltre due anni. In questi primi 55 anni, all'Avis Garda si sono succeduti sei presidenti: il fondatore, Angelo Vantini, Nereo Maffezzoli, Antonio Pimazzoni, Marco Coltri, Andrea Viviani e quindi l'attuale presidente, Andrea Tintorri, in carica da sette anni. Aido Garda, presieduta da Graziano Lorenzini (che è anche consigliere dell'Avis), conta 190 iscritti, arrivando a 300 se si considerano i 110 dei soci di Costermano, che rientrano nell'albo di Garda. Nel 2018 sono state dedicate oltre mille ore all'attività da una ventina di volontari attivi, con 129 ore per il consiglio direttivo. Le due associazioni sono sempre alla ricerca di volontari che dedichino del tempo per uno scopo così nobile e prezioso come il donare sangue e sostenere attività per sensibilizzare le persone alla donazione degli organi in caso di morte. «Aspettiamo la cittadinanza per rendere grande questa festa», afferma Lorenzini.

1 2 3 4 5 6 >