Docente in pensione, premiata

Da sinistra Bertoldi, Nulli, la professoressa  Lauretta Donati, il sindaco Luca Sebastiano, Fossà e Gatto
Da sinistra Bertoldi, Nulli, la professoressa Lauretta Donati, il sindaco Luca Sebastiano, Fossà e Gatto
K.F.30.06.2020

Festa a sorpresa per la professoressa Lauretta Donati, docente di tedesco alla scuola media di Lazise che va in pensione dopo quarantadue anni di servizio, iniziato nel 1977-78 con le prime supplenze fino al passaggio in ruolo nella scuola lacisiense nell’anno scolastico 1994-95. Con il pretesto di un incontro con l’amministrazione comunale per fare il punto sui progetti realizzati nell’ambito del gemellaggio con la cittadina bavarese di Rosenheim, alcuni insegnanti l’hanno fatta arrivare in Municipio dove ad attenderla c’erano anche ex colleghi già in pensione, la dirigente scolastica Elena Fossà, alcuni familiari e il sindaco Luca Sebastiano assieme ai consiglieri Claudio Bertoldi (delegato al gemellaggio) e Maria Vittoria Gatto (istruzione), all’assessore Elena Buio e alla presidente della commissione gemellaggio Stefania Nulli. Il sindaco ha ringraziato Donati «per il servizio reso alla comunità di Lazise» portato avanti anche coinvolgendo la scuola in progetti e scambi interculturali. Alla professoressa è stato consegnato un piatto con l’immagine stilizzata del castello e della Dogana veneta di Lazise con il riconoscimento «per aver diffuso lingua amicizia cultura tra Lazise e Rosenheim». Negli anni, in collaborazione con altri insegnanti, la professoressa Donati ha inoltre partecipato a numerosi progetti e seguito la redazione di pubblicazioni tra cui «Il Benaco racconta» per il progetto europeo Comenius dedicato all’acqua e alla sua importanza per la vita. Anche Emanuela Antolini, dirigente scolastica per quindici anni dell’Istituto Falcone Borsellino di Bardolino-Lazise, ha fatto arrivare con uno scritto l’abbraccio alla collega ricordando il suo impegno nel creare una «scuola viva accogliente inclusiva» e l’«umanità gentilezza e delicatezza» che hanno caratterizzato il suo lavoro sia nei rapporti con i colleghi che con gli studenti, per cui è sempre andata oltre la valutazione «promuovendo opportunità, interessi e attività nuove per tendere loro una mano affinché potessero diventare belle persone». La cerimonia si è svolta in Comune e la professoressa Lauretta Donati non ha nascosto tutta la sua emozione per la sorpresa riservatele da colleghi e sindaco. L’auspicio è che l’oramai ex docente prosegua la collaborazione nei progetti di gemellaggio gestiti dal Comune fino ad oggi. •