Dalla dipendenza affettiva agli episodi di violenza

Donna vittima di violenza
Donna vittima di violenza
B.B. 14.01.2020

«Dalla dipendenza affettiva all'episodio di violenza». È il titolo dell'incontro che si terrà venerdì alle 20,15 nella sala civica in piazza del Donatore 1. Lo ha organizzato l'associazione Arcobaleno di Costermano con le associazioni italiana formatori (Aif), Telefono Rosa e InDipendenze, l'Ulss Scaligera e i patrocini dei Comuni di Costermano e Cavaion. «Abuso e violenza possono nascere da una relazione di dipendenza affettiva», esordisce Maria Cristina Zanini, presidente dell’associazione Arcobaleno. «Venerdì interverranno esperti che operano in diversi contesti volti a prevenire il fenomeno e a informare sugli strumenti a sostegno e tutela delle vittime. La mancanza di rispetto non si evidenzia solo con la violenza fisica e i soprusi, a volte ci sono forme di abuso più subdole e ancora più pericolose», dice Zanini sottolineando che si lascerà spazio a domande e approfondimenti. Su temi che scaturiranno dall'incontro che vede, quale coordinatrice e responsabile scientifica Viviana Olivieri, formatrice e consigliere del direttivo veneto dell’Aif. Prosegue Zanini: «Nadia Olivieri, responsabile didattica dell'Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, affronterà il tema da un punto di vista storico mentre il dottor Giuseppe Cuoghi, psicologo, psicoterapeuta e presidente dell'Associazione indipendenze, illustrerà i risvolti psicologici della dipendenza affettiva». Seguirà una tavola rotonda che proporrà testimonianze raccontate da rappresentanti dei Servizi per l'accoglimento e la protezione della vittima. Tra questi Antonella Pietropoli referente del Servizio pronto intervento sociale dell’Ulss 9 Scaligera, Anna Leso consigliere comunale di Verona che porterà un’esperienza del Centro antiviolenza Petra, Sara Gini avvocata responsabile dell'Ufficio legale di Telefono Rosa, Elena Colasio presidente di Casa Elena di Villafranca.