Centomila euro per la sicurezza sul Garda

Emanuele Zanini 04.07.2019

Poco meno di centomila euro destinati a cinque Comuni del Garda e dell’entroterra limitrofo per l’attività di controllo e di sicurezza svolte dalla rispettive polizie locali mirate a rafforzare l’antiabusivismo e l’anticontraffazione, in particolar modo nel periodo estivo. È la somma (97mila euro per l’esattezza) destinata ai Comuni di Peschiera, Castelnuovo, Bussolengo, Sona e Valeggio (20mila euro ciascuno, a parte Valeggio che ne avrà a disposizione 17mila) previsti all’interno dell’operazione «Laghi sicuri», organizzata dal Viminale che ha erogato nel complesso 500mila euro a venticinque Comuni tra i novemila e i trentamila abitanti. Ieri mattina, in Prefettura, il prefetto Donato Cafagna ha firmato il protocollo d’intesa sul progetto con gli amministratori dei cinque paesi (Giovanni Dal Cero, Roberto Brizzi, Gianluigi Mazzi e Alessandro Gardoni, rispettivamente sindaci di Castelnuovo, Bussolengo, Sona e Valeggio, oltre all’assessore comunale di Peschiera Filippo Gavazzoni). Grazie a questi contributi le amministrazioni comunali potranno utilizzare gli agenti di polizia municipale con altre ore di straordinario retribuite e l’installazione di altri apparecchi di videosorveglianza e telecamere in punti strategici del territorio, oltre alla formazione del personale. PIANO SULLA VIABILITÀ. Con l’occasione il prefetto ha sottolineato anche il potenziamenti degli interventi di sicurezza sulla viabilità dell’area gardesana per l’estate, su cui è stato fatto il punto della situazione con gli enti competenti la scorsa settimana. Grazie anche alle indicazioni pervenute dalla Polstrada, sono state individuate alcune linee d’azione per migliorare la fluidità e la sicurezza della circolazione.Per quanto riguarda la viabilità l’autostrada A4 avvierà lo studio del flusso di traffico ai caselli autostradali di Peschiera e Sommacampagna, esteso anche alla ricadute sulla viabilità esterna; il potenziamento dei varchi con pagamento manuale al casello di Peschiera; verrà inoltre monitorato costantemente il traffico autostradale per segnalare eventuali rallentamenti o code. Veneto Strade analizzerà gli effetti di una limitazione del traffico dei mezzi pesanti sulla Sr 450 che collega il basso lago con Affi. GARDALAND. A Gardaland, si sperimenteranno soluzioni per un pagamento più rapido dei parcheggi per limitare le code all’ingresso. In merito ad Atv saranno ottimizzati i tempi di sosta dei mezzi pubblici sulle strade di Peschiera per evitare incolonnamenti di auto, mentre a luglio e agosto le amministrazioni comunali sospenderanno i lavori non urgenti sulla viabilità di competenza. CONTROLLI SULLE STRADE. I controlli verranno potenziati con presidi delle forze dell’ordine e degli agenti di polizia municipale nei punti critici e più sensibili. Particolare attenzione verrà rivolta verso la prevenzione e rispettiva sanzione di casi di guida pericolosa (uso del cellulare mentre si è al volante, abuso di alcol o uso di stupefacenti). Nel mirino di poliziotti e vigili ci saranno anche motociclisti indisciplinati e ai gruppi di ciclisti troppo numerosi che rischiano di creare intralcio (e pericolo) per la viabilità. SOCCORSI SANITARI. Saranno potenziati anche i soccorsi sanitari. Nell’area gardesana saranno operative tre autoambulanze in servizio 24 ore su 24 a Peschiera, Garda e Malcesine mentre l’idroambulanza di Bardolino che viene utilizzata non spesso, potrà essere utilizzata maggiormente per abbattere i tempi di interventi e assicurare soccorsi più tempestivi, evitando per esempio il traffico stradale della Gardesana. Nel piano verranno coinvolte anche Regione e Ulss 9 Scaligera per ampliare le fasce orarie di intervento durante il periodo estivo. Infine, per rendere più veloci i soccorsi, i Comuni indicheranno le aree di atterraggio presenti nei rispettivi territori idonei per l’elisoccorso. •