Studenti in Regione all’audizione dedicata alla Shoah

G.M.01.02.2020

Una delegazione di studenti delle scuole di Castelletto a Venezia, in sesta Commissione, per studiare «da vicino» la Giornata della memoria. L'iniziativa è stata favorita dal sindaco, Davide Benedetti, dipendente regionale proprio nella sede del «parlamentino» lagunare, e ha riguardato anche gli studenti dell'Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia di Brenzone. La sesta Commissione, presieduta dal consigliere Alberto Villanova, è composta da dieci consiglieri e si è riunita per «svolgere audizioni dedicate al tema della Shoah e della Memoria». La seduta si è svolta nell’aula del consiglio del Veneto e ha visto la presenza anche del presidente del Consiglio, Roberto Ciambetti, e del segretario generale, Roberto Valente, oltre a circa settanta studenti provenienti da sette scuole di tutta la regione. L’istituto di Castelletto era l’unico del Veronese. È stato affrontato il progetto di legge numero 480 di iniziativa dei consiglieri della sesta Commissione, sulle «Iniziative per la conoscenza della Shoah e per il giorno della Memoria». Hanno inoltre presenziato i rappresentanti delle tre comunità ebraiche del Veneto, quelle di Venezia, Padova e Verona. «È stata un’ottima occasione», hanno riferito dalla scuola di Castelletto, «per far vedere da vicino come funziona la “macchina” regionale e, soprattutto, per fare capire ai ragazzi cosa può accadere quando a governare è un regime totalitario». Soddisfatto anche il sindaco: «Siamo lieti che gli studenti di Castelletto abbiano avuto un’occasione come questa per riflettere, assieme agli insegnanti, su questa drammatica pagina di storia. Sono stati gli unici a venire da Verona e sono stati poi accolti dal vicepresidente del consiglio regionale Massimo Giorgetti e dalla consigliera Orietta Salemi, entrambi di Verona». •