Minaccia la madre
per ottenere soldi
Lei lo denuncia

I carabinieri di Malcesine
I carabinieri di Malcesine
13.03.2020

Un trentenne pregiudicato, di origini marocchine ma da tempo residente in Italia, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Malcesine per estorsione ed atti intimidatori nei confronti della madre. La donna Y.Z., sessantaquattrenne, residente a Brenzone sul Garda dove lavora come badante, si era rivolta ai Carabinieri già a gennaio, segnalando che il figlio M.M. era rientrato dal Marocco più turbolento del solito. Il ragazzo in passato era stato, infatti, in custodia presso la Rems (Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza) di Nogara ove vengono trattenuti gli autori di reato con problemi psichiatrici.La donna aveva cominciato a segnalare soprusi e minacce che il figlio le rivolgeva. Così, quando l’8 marzo il giovane ha telefonato alla madre chiedendole oltre mille euro per l’acquisto di una vettura minacciandola di farla a pezzi in caso contrario, questa non ha più avuto dubbi ed ha formalmente sporto la denuncia ai Carabinieri di Malcesine.

 

All'appuntamernto della donna con il figlio, i carabinieri si sono appostati e hanno visto l'uomo accanirsi contro la madre e lanciare una pietra contro la sua auto e poi scappare. Lo hanno inseguito e arrestato. Ieri l'arresto è stato convalidato e l'uomo resta in carcere.