Il nuovo don fa l’ingresso a bordo del veliero

L’ingresso a Bardolino del nuovo parroco don Flavio Miozzi
L’ingresso a Bardolino del nuovo parroco don Flavio Miozzi
S.J.31.10.2019

È giunto dal lago, a bordo del San Nicolò il più vecchio veliero del Garda, don Flavio Miozzi, nuovo parroco della comunità di Bardolino e Cisano. Ad attenderlo i fedeli, le autorità locali e i sindaci di Bardolino, San Martino Buon Albergo e Selva di Progno. Un passaggio di «consegne» istituzionali tra i paesi che hanno visto all’opera il sacerdote nativo di Cerea e negli ultimi due lustri alla guida della parrocchia di San Martino Buon Albergo. Dopo i discorsi di benvenuto il corteo, proceduto dalla banda della Filarmonica, si è diretto alla parrocchiale dei santi Nicolò e Severo. Ad attendere l’ingresso del neo parroco, che compirà 62 anni il 3 novembre, una ventina di sacerdoti che l’hanno accompagnato all’altare in una chiesa gremita. A presentarlo alla comunità il vicario generale monsignor Roberto Campostrini all’inizio di una lunga cerimonia e celebrazione che ha visto prendere la parola, a nome del consiglio pastorale, Igino Consolini. Al termine della messa nel ringraziare tutti i presenti della festosa accoglienza don Flavio Miozzi oltre a «sperare di non deludervi» ha salutato commosso i suoi familiari e gli amici provenienti dalle altre parrocchie dove ha svolto il suo ministero. Dopo aver ricordato i suoi predecessori di Bardolino (don Giovanni Ottaviani e don Piergiorgio Formenti) ha sottolineato la sua apertura a tutti per una collaborazione efficace e proficua per il bene della parrocchia di Bardolino. «Vengo tra voi con molta semplicità, con la volontà di continuare le iniziative pastorali di chi mi ha preceduto e rispondere alle nuove esigenze pastorali che potranno emergere. Sarà un cammino fatto di ascolto, confronto, dialogo per arrivare insieme a scelte frutto della condivisione».