Inizia la nuova vita del bunker anti atomico

Visitatori nell’ex base anti atomica West Star di Affi
Visitatori nell’ex base anti atomica West Star di Affi
Luca Belligoli 17.10.2019

Entro novembre si concluderà la prima parte del progetto di recupero e messa in sicurezza dell’ex base Nato West Star, il bunker antiatomico scavato nel Monte Moscal, che è destinato a diventare il museo della Guerra Fredda. L’assessore Gianmarco Sacchiero, responsabile e referente dell’amministrazione comunale per la riqualificazione dell’ex base militare, spiega: «È stato realizzato l’impianto elettrico che consenta di indicare le vie di fuga e di far funzionare ventilatori e i deumidificatori che sono entrati in funzione da due settimane. Entro novembre saranno ultimati i protocolli che riguardano i dati relativi a umificazione, ventilazione e sanificazione degli ambienti che faranno parte del percorso di quello che sarà il Museo della Guerra Fredda. Verranno effettuati», continua l’assessore, «test sull’ossigenazione, temperatura, umidità, presenza di ozono e radon. È dal 2010, in seguito ad atti vandalici e predatori, che nella base manca la corrente elettrica, perché sono stati asportati i cavi dell’impianto. Da allora il sistema di areazione ha smesso di funzionare e il ricambio di aria del bunker è avvenuto solo naturalmente». Sacchiero conta di entrare presto nella seconda fase del progetto, che dovrà decollare nei primi mesi del prossimo anno. «Ultimati i protocolli e i test inizierà la fase preliminare dell’allestimento del museo della Guerra Fredda», aggiunge, «cominceremo con un corso destinato alle guide che si occuperanno di accompagnare i visitatori alla scoperta di quest’opera militare ipogea che è entrata nella storia». Intanto, sabato alle 18, nella biblioteca di Affi, è in programma la proiezione del documentario girato da Verona Report «West Star, il segreto del Moscal, viaggio all’interno del bunker di Affi». Il filmato svela i segreti di questo sito militare, anche attraverso le testimonianze di chi ha operato all’interno di questa struttura, progettata tra il 1959 e il 1960 e costruita tra il 1960 e il 1966. Il bunker è entrato in funzione l’8 luglio del 1966. Nel 2004 ha ospitato l’ultima esercitazione militare. Nel 2006 la Nato ha restituito West Star all’Italia e nello stesso anno lo Stato Maggiore della Difesa ha deciso di chiuderla. La chiusura definitiva però è avvenuta nel 2010. Nel 2016 il Comune di Affi ha iniziato la procedura di acquisizione del bunker, che si è conclusa il primo marzo del 2018. Il documentario di Verona Report verrà proiettato anche a Bussolengo, nel teatro parrocchiale, venerdì 25 ottobre alle 20.30 e a Cavaion, nella sala di corte Torcolo, venerdì 15 novembre alle 20.30. L’ingresso alle proiezioni è libero. • © RIPRODUZIONE RISERVATA