Finisce nella scarpata e muore
schiacciato dal proprio trattore

Vittorio Zambaldo15.07.2019

Tragica morte questa mattina a Cellore d’Illasi, in località Cisolino, poco oltre i guado del Progno, di Luigi Castagna, agricoltore pensionato di 66 anni residente Lavagno in via Canova. Ad accorgesi dell’incidente un altro agricoltore che alle 7.50 stava percorrendo la strada che porta anche al suo fondo.

Ha notato il trattore rovesciato sotto una scarpata di circa tre metri d’altezza, con l’uomo imprigionato. È corso dal cugino che abita a poca distanza e insieme hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati l’elicottero e l'ambulanza del 118, nonché i vigili del fuoco con il camion attrezzato per sollevare il mezzo agricolo.

 

 

Per la necessità di scendere nel vigneto è intervenuto anche con il proprio escavatore un agricoltore del posto, permettendo così di accelerare le operazioni di estrazione dell’uomo dal mezzo, ma i sanitari hanno potuto solo constatarne la morte, avvenuta probabilmente sul colpo. Inspiegabile la dinamica. 

L’uomo proveniva da una strada sterrata dalla direzione di Tregnago, diretto probabilmente a casa a Lavagno. Al bivio dove incrocia la strada asfaltata che collega la frazione Cellore con le località Bon e Cisolino e si innesta poi con la Provinciale 16 sulla dorsale della Valle di Mezzane, il mezzo anziché girare a destra o a sinistra, come avrebbe dovuto, è invece andato diritto, fra le ipotesi c'è anche un malore, finendo nella scarpata, travolgendo una decina di metri di un filare di vigne e rovesciandosi nella capezzagna, sotto una pioggia battente.

La ricostruzione è affidata ai carabinieri di Illasi, intervenuti sul luogo della tragedia.

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >