Mattina senza cellulari e serata con le candele

M.G. 09.08.2019

Una giornata di blackout quella di mercoledì a Vestenanova, iniziata con la telefonia mobile in tilt di primo mattino fino alle 10 e terminata con un lungo blackout della corrente elettrica, come non accadeva da anni. Vestenanova e Vestenavecchia al buio per oltre un’ora, dalle 20.40 alle 21.50 mentre imperversava un acquazzone; nessuna interruzione di corrente a Bolca e solo pochi minuti a Castelvero. Ieri la sede di Enel Italia di Mestre ha reso noto: «Causa avverse condizioni atmosferiche, si è verificata un’interruzione di energia elettrica per rottura dei conduttori a causa di una pianta fuori fascia in area boschiva che ha interessato anche parte del comune di Vestenanova. I tecnici di E-Distribuzione sono prontamente intervenuti rialimentando le utenze entro poco più di un’ora. In alcuni casi si è ricorsi a installazione di gruppo elettrogeno». I disagi si sono limitati a un’ora serale in cui la maggior parte delle attività commerciali e aziendali erano ferme. Niente caffè espresso nei bar, per il resto le candele sono un lontano ricordo; ora ci sono smartphone, tablet e altra tecnologia in grado di supplire a tante necessità. Ieri mattina poi, colazione con la scossa a causa del terremoto che si è fatto sentire maggiormente nell’area nord del comune, come a Bolca, ma anche negli altri paesi del comune di Vestenanova.

1 2 3 4 5 6 >