L’orto didattico delle Collodi coltivato da 199 bambini

P.D.C.19.06.2019

Patate, aglio, carote, cipolle, piselli, zucche, insalata e girasoli: c’è di tutto un po’ nell’orto didattico della scuola primaria Collodi di Montecchia di Crosara. Sono stati i 199 alunni a realizzare il sogno con cui le maestre hanno pensato di far vedere ai piccoli come crescono le piante, portano frutto, muoiono e rinascono. Ogni classe ha coltivato una striscia di terreno sul lato posteriore della scuola dopo aver avuto il via libera dal Comune e aver ingaggiato alpini del locale Gruppo Ana, qualche nonno e qualche papà e pure Riccardo Niero, vivaista. È stato lui, raccontando la passione di bambino che è diventata un lavoro, a incantare i piccoli. Alla realizzazione dell’orto didattico hanno collaborato anche gli operai del Comune, il marito di qualche maestra e chi ha messo a disposizione piastrelle di scarto servite per delimitare il piccolo orto di ogni classe. «L’idea ora», ha annunciato Anna Cavazza in rappresentanza del dirigente Ugo Carnevali, «è di sfruttare l’esistenza della mensa per sperimentare il compostaggio». Felice il sindaco Edoardo Pallaro: «È un’iniziativa importante perché riguarda l’alimentazione e la botanica e rafforza la socialità». L’iniziativa verrà ora estesa anche ai ragazzi delle medie. •

1 2 3 4 5 6 >