Via ai lavori per la sicurezza del tetto dell’ex scuola media

P.D.C.21.11.2019

Messa in sicurezza del tetto dell’ex scuola media, si parte: è stato firmato lunedì, infatti, con la ditta Cem Srl di Reggio Emilia, il contratto per i lavori allo stabile che inizieranno a brevissimo e che dovranno concludersi in 120 giorni. Le opere costeranno 240 mila euro di 110 mila finanziati da un contributo regionale. «Il ribasso d’asta del 25 per cento libera risorse che si trasformeranno in opere aggiuntive e lungimiranti», dice il sindaco Attilio Dal Cero che, da ingegnere si è autoinvestito dell’incarico di direttore lavori «aggiunto» all’ingegner Zeb Tirapelle (titolare) e al geometra Marco Gaiga che è responsabile della sicurezza. Spiega il sindaco: «Dopo un sopralluogo per verificare la fattibilità tecnica, abbiamo chiesto ed ottenuto dalla Regione il via libera a predisporre la nuova copertura per un futuro impianto fotovoltaico ma anche a due setti antisismici». Quest’ultimo intervento antica il progetto di recupero complessivo dell’edificio: la messa in sicurezza della copertura, infatti, consentirà nel breve periodo il trasferimento dei locali del distretto socio-sanitario, attualmente al piano terra del municipio, nella parte nuova della ex scuola «dopo alcuni interventi di riorganizzazione degli spazi interni secondo le indicazioni dell’ufficio tecnico dell’Ulss 9. Sullo stesso piano, però, c’è anche la questione più importante, dal punto di vista economico, e cioè il recupero del fabbricato storico. «Per questo progetto, apriremo un tavolo con Ulss e Regione perché forse già oggi ci troviamo davanti ad un bivio: fare il minimo, limitandoci al semplice trasferimento di ciò che c’è», dice Dal Cero, «oppure mettere in campo risorse perché il distretto possa svilupparsi per offrire nuovi servizi di prossimità per tutti coloro che vivono nella Val d’Alpone? Il Comune è assolutamente disponibile a fare la sua parte», conclude, «ma non può fare tutto da solo». •