Gallerie sotto
la chiesa: inattesa
scoperta a Castello

Paola Dalli Cani24.05.2020

Ecco, dopo l'enorme lavoro con cui sono state riportate alla luce, le gallerie che furono realizzate dagli occupanti tedeschi tra agosto e novembre 1944 ai piedi della collinetta su cui un tempo sorgeva la fortificazione di Castello di San Giovanni Ilarione (in provincia di Verona) e, dai primi dell'Ottocento, la chiesa di San Giovanni Battista sorta sui resti della primigenia cappella incastellata.

 

Alla scoperta delle gallerie, tre ingressi ricavati a colpi di mina nel basalto, un corridoio centrale e tre camere di rifugio, si è arrivati grazie alle indagini avviate per comprendere la ragione della comparsa di profonde fessurazioini lungo il pavimento e alcune pareti del lato Nord della chiesa.

 

Le gallerie, tombate tra 1948 e 1949, non vennero mai più riaperte e solo in pochi ne conservavano la memoria. Il consolidamento della chiesa è partita proprio da qui ed ora Castello si ritrova con un manufatto che rivela un fascino straordinario e che potrebbe diventare non solo suggestiva location di eventi ma anche attrattiva di carattere turistico. Il percorso è attualmente inibito al pubblico in attesa della conclusione dei lavori: vi proponiamo, però, questa assoluta anteprima.

CORRELATI