Danni in città, lago, Valpolicella
e Bassa: scatta la nuova allerta

Katia Ferraro, Sergio Bazerla, Emanuele Zanini, Camilla Madinelli03.07.2020

Alberi divelti dal vento e auto danneggiate in città. Danni per la grandine in agricoltura e alle case nella Bassa. Allagamenti e danni nella zona lago e in Valpolicella. Sono stati una ventina gli interventi dei vigili del fuoco a Verona e provincia nella notte a causa di forti temporali.

 

LAZISE. Vento forte, pioggia battente e onde alte: ha spaventato il temporale di ieri sera, che a Lazise si è scatenato poco dopo le 23. Al momento non si registrano particolari danni nel basso lago, se non i disagi che spesso si presentano in centro storico a Lazise quando il vento soffia da ovest. A causa delle onde il lungolago è stato allagato e come avvenuto a febbraio in occasione di un episodio analogo ha spazzato via alcune aiuole delimitate da mattoni di tufo che circondano gli olivi. Allagati alcuni esercizi pubblici, così come parte della Dogana Veneta (edificio tra i più esposti in caso di maltempo), dove sono intervenuti i vigili del fuoco.

 

TORRI. DEL BENACO.  Il violento temporale che si è abbattuto sul lago di Garda ieri sera non ha risparmiato, ancora una volta, Torri del Benàco. Il forte vento ha sollevato onde alte che si sono infrante sul litorale lungo il territorio torresano, mangiando parte delle spiagge, parzialmente erose e invase da detriti e sassi trascinati dall'acqua sulla costa.

 

L'acqua che è scesa copiosa dalle vallette che costeggiano la Gardesana ha scaricato sulla strada che costeggia il lago vari materiali. Il sindaco Stefano Nicotra, gli uomini della Protezione civile di Torri e gli operai comunali tra stanotte e le prime ore di stamattina hanno iniziato a sistemare gran parte dei danni provocati dal maltempo. Alcuni problemi si sono registrati anche in centro storico e in particolare sul lungolago dove in diversi casi sono tavolini, sedie e ombrelloni dei plateatici di bar e ristoranti sono stati scaraventati a terra, subendo anche danni.

Aiuole divelte dal vento a Lazise (foto Bazerla)

 

RIVOLI. Nel territorio di Rivoli un forte vento ha sferzato per ore, ieri sera e nella notte, durante il violento temporale che si è abbattuto anche qui come in altre parti del Veronese scaricando moltissima pioggia. A Rivoli il vento è una costante, ma in quest'ondata di maltenpo parecchi residenti hanno notato come le raffiche siano state molto potenti. Al Comune, ad ogni modo, non risultano danni o problemi rilevanti se non un carico di terra, sassi e foglie che si è riversato sulle strade trasportato appunto da vento e acqua. Ai campi sportivi situati in un punto solitamente ventoso, campi dove si sta svolgendo il centro estivo organizzato dalla Usd Rivoli 1964, entrambe le porte per il gioco del calcio sono finite a terra ma non c'è stato alcun danno alle strutture. 

 

SECONDA NOTTE DI MALTEMPO. Danni che seguono quelli avvenuti la notte precedente, quella tra mercoledì e giovedì,  sempre a causa dei temporali: dopo le 4 sulla Provinciale 9, a Torri del Benaco, la caduta di un albero ha provocato uno smottamento bloccando la circolazione. Alle 5.30 in via De Gama a Verona una pianta ha danneggiato due autovetture parcheggiate.

 

E non è finita: per oggi scatta una nuova allerta temporali.

CORRELATI