Venturi si candida sindaco per il 2022:
«Troppi errori, ora di cambiare marcia»

G.Coz.21.04.2019

Fabio Venturi, ex «delfino» di Flavio Tosi, lancia la propria candidatura a sindaco per il 2022 con un post su Facebook. Nella video intervista di Matteo Mohorovicich, Venturi conferma le proprie intenzioni con una dura critica al suo ex mentore e all'attuale sindaco, Federico Sboarina.

 

Venturi, già presidente della quinta circoscrizione, vice presidente e assessore della Provincia nonché presidente del Gruppo Agsm, non aveva fatto mistero di aver accettato solo per spirito di squadra la decisione di Tosi alla candidatura a sindaco della fidanzata Patrizia Bisinella e, nonostante la delusione per non essere stato scelto per quel ruolo, aveva corso la campagna elettorale senza risparmiarsi. Ma dal giorno della sconfitta aveva deciso di ritirarsi dalla scena politica, lasciando trasparire tutto il suo disappunto per ultime scelte fatte da Tosi.

 

 

A distanza di due anni, e dopo aver fondato il nuovo movimento «Generazione Verona», ha deciso di scendere in campo apertamente, anche contro lo stesso Tosi: «Oggi sono un uomo libero e nel 2022 non dovrò chiedere a nessuno di candidarmi, lo farò. Punto e basta. Anche in alternativa ad entrambi, perché la voglia di cambiamento rispetto al passato e al presente è evidente. Questa è forse la più grande differenza da due anni ad oggi».

 

E per Venturi non è scontato nemmeno che l'amministrazione arrivi al 2022 e si dice pronto in caso la giunta Sboarina cadesse prima. «Mi auguro che il sindaco cambi marcia perché la città sta perdendo troppe occasioni: è bloccata»

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >