Swami, uccisa
dalla meningite
Allarme a Verona

Swami Codognola, uccisa dalla meningite
Swami Codognola, uccisa dalla meningite
Alessandra Vaccari19.07.2019

È stata una meningite batterica ad uccidere Swami Codognola, 17 anni, di San Giovanni Lupatoto, mentre era a Naxos con la mamma, il suo compagno e la sorellina acquisita. Il padre, l'ex portiere del Chievo, Paolo Codognola, non ha fatto in tempo a salutarla.

 

È questo il responso sulla causa di morte della studentessa veronese in vacanza in Grecia. Una morte che ha lasciato senza parole gli amici della giovane e un’intera comunità. E ora è scattata la profilassi per i ragazzi che negli ultimi giorni, quelli prima della partenza della giovane per le vacanze, l’avevano frequentata. La stessa profilassi a cui sono stati sottoposti i familiari della ragazza. Prima di partire Swami era stata ad una festa in piscina a Zevio con una trentina di coetanei: per tutti è stata consigliata la profilassi. Questo mentre il liceo Maffei piange la morte della studentessa e il Chievo si stringe accanto al padre della giovane, ex portiere della squadra

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >