Tavolata in maschera per regalare sorrisi

Gli organizzatori della festa con i disabili a San Michele
Gli organizzatori della festa con i disabili a San Michele
L.P.29.04.2019

Tradizionale impegno di solidarietà e attenzione verso i meno fortunati per i volontari del comitato benefico del Carnevale di San Michele. Un appuntamento fisso con la tavola imbandita e ospiti i vecchi amici, i disabili dell’Istituto pedagogico Casa di Nazareth di Ponton, dei Filippini e Corrubbio per una giornata di festa in compagnia di una trentina di persone diversamente disabili che si ripete da tanti anni a cui hanno partecipato i ragazzi del gruppo Co-owners di San Michele, la maschera del quartiere Mastro Sogar con la Sogara, «el Savata» con i giovani clowns, il Sire del carnevale veronese il Papà del Gnoco con la sua corte e il giocoliere Giovanni. Un evento condiviso con la settima circoscrizione a cui hanno partecipato il presidente Marco Falavigna, la consigliera Anna Leso e il comitato del Carnevale del quartiere. Agli ospiti donati un uovo e una colomba pasquale offerti dal supermercato Famila di Fondo Frugose, Arte Pastaia di San Martino e Albini Elettronica. Una festa benefica ben riuscita, che si ripete ogni anno, nel grande salone della chiesa del Beato Carlo Steeb nella domenica delle Palme, grazie al parroco don Davide. «Questa è una delle numerose iniziative del comitato», spiega il presidente Sandro Origano, «una delle più belle e significative. Una giornata in cui i nostri ragazzi e gli amici comici riescono a distribuire gioia e spensieratezza agli amici disabili. Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato a questa iniziativa benefica compresi i nostri bravi cuochi, Sergio Zanini e Loris Cavestro». •