Trova i ladri in casa
e viene presa
a bastonate

Alessandra Vaccari 16.02.2020

Giovedì mattina una donna residente a San Massimo, dopo aver portato a scuola il bambino, è stata aggredita nelle scale interne della propria abitazione di via Lugagnano.

«Ho spinto la porta della lavanderia, ma mi è tornata indietro come sbattuta. Allora istintivamente l’ho riaperta con più forza. Non ho nemmeno immaginato lontanamente che dietro poteva esserci qualcuno. Non faccio a tempo a mettere la testa dentro che vengo colpita con una bastonata in testa e finisco per terra», racconta la donna. «Mi è venuto istintivo mettermi le mani sulla testa per proteggermi, e mi sono raggomitolata. Quella persona ha continuato a bastonarmi, non so con cosa, forse con il manico della scopa. Sentivo i colpi sulla testa, sulla schiena, sulle costole. Ho pensato che mi ammazzasse».

 

La vittima dice di non essere riuscita a vedere le persone che l’hanno aggredita.  Sul posto è andata anche la polizia Scientifica: «Suppongo si tratti di un furto finito male, perchè nessuno ha problemi con noi, non ci sarebbe un motivo per aggredirmi. Di certo c’è che ho provato una grande terrore, quell’uomo continuava a colpire, ho temuto per la mia vita». 

 

 

 

 

CORRELATI