Parco della cultura
urbana: presentato
il progetto vincitore

01.07.2020

Uno spazio per giovani e famiglie nato da un’idea del presidente della commissione Politiche giovanili del Comune Andrea Velardi e voluto dall'amministrazione: sarà il Parco della Cultura Urbana di viale Galliano, all’interno delle Mura Magistrali. Gli assessori ai Lavori pubblici Luca Zanotto e alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala hanno presentato, questa mattina, il vincitore del concorso di progettazione del Parco. E hanno parlato delle idee che porteranno alla valorizzazione dell’intero vallo, area di aggregazione per il tempo libero.

 

Ad aggiudicarsi il concorso, e quindi anche la progettazione esecutiva e la direzione lavori, un raggruppamento di 8 studi professionali, un team di 9 architetti, 3 ingegneri, un paesaggista, un geologo, un perito industriale e un geometra. Il progetto, illustrato questa mattina direttamente sul posto dove sorgerà il Parco, prevede una fase di recupero dell’architettura militare che va da Porta Palio a San Zeno, e quindi delle mura magistrali. E la realizzazione di un impianto sportivo per skateboard, bouldering, parkour e slackline. Compresi spazi per la street art e per l’esibizione di artisti. Con una pavimentazione adatta e antiscivolo. E degli ovali, uno per disciplina. Realizzando un sistema di illuminazione a forma di albero, in grado di integrarsi con l’ambiente circostante. E poi ancora panchine dotate di sistemi per la ricarica degli smartphone.

 

L’area sarà priva di barriere architettoniche e gli spazi potranno essere fruiti da tutti. Previsti sensori che permetteranno alle persone non vedenti di accedere alle informazioni vocali, tabelle tattili per l’orientamento. Il Comune di Verona si è avvalso della collaborazione dell’Ordine degli architetti di Verona, che ha messo a disposizione la piattaforma digitale per la pubblicazione dei bandi di progettazione. Quello per il Parco della Cultura Urbana è stato il primo bando telematico avviato dal Comune. Il vincitore è stato selezionato da una commissione di tecnici tra le 20 proposte arrivate. Il costo del progetto si aggira sui 500 mila euro; si tratta ora di finanziarlo e bandire la gara che darà il via ai lavori.

 

A spiegare le fasi del concorso e la progettazione, questa mattina in viale Galliano, erano presenti gli assessori Zanotto e Segala, il consigliere Velardi, il presidente dell’Ordine degli Architetti Amedeo Margotto e il capogruppo del team vincitore Gian Arnaldo Caleffi. Il 14 luglio ci sarà la cerimonia ufficiale e formale per la proclamazione del vincitore. «Lo strumento del concorso di progettazione sarà il futuro delle opere pubbliche», ha spiegato l’assessore Ilaria Segala. L’obiettivo è quello di veder partire i cantieri entro un anno».

CORRELATI