Ostie senza glutine
A San Zeno niente
rischi per i celiaci

Un'ostia consacrata
Un'ostia consacrata
Chiara Bazzanella13.11.2019

Ostie custodite in apposite teche, per evitare contaminazioni con il glutine, ed evitare pure ulteriori allergie. Da qualche settimana, nella Basilica di San Zeno è apparso un cartello per ricordare ai fedeli, e avvisare in particolare quelli di passaggio, la possibilità di ottenere ostie consacrate su misura per celiaci, cioè per chi è intollerante alla farina di frumento.

Spiega don Gianni Ballarini, abate nella basilica del patrono: «Soprattutto i turisti e i visitatori, se non sono avvertiti di questa possibilità, tendono a rinunciare all’eucarestia e in effetti da quando è comparso il cartello è aumentato pure il numero di richieste che si aggira su quattro o cinque per messa».

Una simile procedura avviene anche nella chiesa dei Santi Apostoli, in pieno centro. «E le teche che doniamo ai bambini per la prima comunione sono anche certificate senza nichel» spiega il parroco, don Ezio Falavegna. Niente glutine anche a San Giovanni Battista a Tomba Extra.