Nove bimbi down
al festival
«Non c'è differenza»

Gli scatti della mostra (foto Pezzani)
Gli scatti della mostra (foto Pezzani)
Michela Pezzani01.12.2019

«Gli estranei spesso mi chiamano disabile, down, handicappato, ma queste strane parole io non le conosco». Così recita una delle didascalie della mostra fotografica Io come voi curata da Agbd ( associazione genitori bambini down) allestita fino al 3 dicembre in orario di spettacoli al Teatro Laboratorio in occasione del festival «Non c'è differenza» dedicato alla diversità, ideato e diretto dall'attrice e regista Isabella Caserta, giunto alla sesta edizione.

 

«Io sono Anna, Aurora, Beatrice, Dario, Ester, Ettore, Francesca, Lorenzo, Samuele», così si presentano i nove bambini gioiosi di cui presentano uno scatto che li riguarda e aggiungono «Scopri le mie normalità e le tue disabilità». L'iniziativa è un invito a mettersi non solo in ascolto degli altri a partire dai più piccini ma ad allontanare la paura di non essere all'altezza, per troppo pudore o altro, di stare vicino a chi è come noi pur con qualche caratteristica diversa che non deve fare la differenza.