Morto a 58 anni
il commissario Rasi
«angelo» dell'Antonov

Andrea Rasi riceve una targa dall'associazione delle vittime dell'Antonov
Andrea Rasi riceve una targa dall'associazione delle vittime dell'Antonov
13.01.2020

«Ci penso molto», raccontava. «Mi chiedo sempre se avessi potuto fare qualcosa di più. Lì bastava uno sguardo, un abbraccio. Ricordo che c’erano anche dei bambini, è stato difficile».

Ripensando a quei giorni Andrea Rasi non si dava pace. Ma la sua parte l'aveva fatta, eccome, facendo da punto di riferimento per i parenti delle vittime di quella tragedia.

Andrea Rasi coordinava il personale della polizia di frontiera area di Verona la sera del 13 dicembre 1995, quando un Antonov An-24 della compagnia aerea romena Banat-Air precipitò al suolo, provocando la morte delle 49 persone a bordo (41 passeggeri e 8 membri dell'equipaggio). Coordinò le operazioni di terra diede sostegno alle famiglie in quei momenti drammatici, tanto da essere premiato dalle stesse a diversi anni di distanza.

 

Il commissario di Polizia Andrea Rasi è morto ieri, a soli 58 anni, dopo una lunga malattia. Lascia la moglie Daniela e i tre figli Marco, Jacopo e Anastasia.

 

I soccorritori al lavoro tra i rottami dell’aereo

 

Ha prestato servizio nelle questure di Rovigo, Treviso e Verona e nel 1988 è stato assegnato al Posto di Polizia di Frontiera presso l’Aeroporto di Verona. E’ stato responsabile del Pool della Polizia di Stato presso l’Ufficio Visti, tra il 1997 ed il 1998, del Consolato d’Italia a San Pietroburgo (Russia).

Oltre al riconoscimento da parte dell'associazione familiari delle vittime dell'Antonov, che ne hanno sempre ricordato la grande umanità e il grande calore umano, è stato insignito di un Encomio Solenne e tre Lodi, conferiti dal Capo della Polizia e vari elogi per le attività svolte, oltre ad essergli stata conferita la Medaglia d’Oro al Merito di Servizio e la Croce d’Argento per Anzianità di Servizio. Ha ricevuto l’Attestato di Pubblica Benemerenza, conferitogli il 12 aprile 2011 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile, ed il 2 giugno 2014 il Presidente della Repubblica lo ha insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

Al ricordo di Rasi si uniscono il questore di Verona Ivana Petricca, Il dirigente della Polaria Roberto Salvo, il commissario Vincenza Falco e i colleghi della Polaria e della Questura di Verona.

I funerali verranno celebrati mercoledì alle 15.30 a San Bernardino. 

CORRELATI
Primo Piano
La senatrice Liliana Segre
 
La senatrice contro decisione di Verona

Segre: «Via Almirante
incompatibile con
mia cittadinanza»

Condividi la Notizia
 
Relazione semestrale - VIDEO

Dalla Dia nuovo
allarme mafie
a Verona

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia